Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

S-400 alla Turchia, Russia pronta a fornire il proprio sistema di difesa anti aereo ed antimissile

Mosca, Russia - E' stato siglato un contratto, Erdogan e Putin determinati sulla questione

La Russia è pronta ad "attuare" il contratto siglato con il governo della Turchia per fornirgli il sistema di difesa anti aereo ed antimissile S-400. Lo stato molto avanzato dell'accordo è stato comunicato ieri alla stampa russa da Vladimir Kozhin, consigliere del Cremlino per la cooperazione tecnico-militare. Kozhin ha dichiarato che le decisioni prese con il contratto rispettano i "nostri interessi strategici" e non si stupisce quindi della contrarietà di alcuni Paesi occidentali alla fornitura. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che la Turchia -che è un membro della Nato- ha già pagato un deposito per la fornitura, ha ribadito l'autonomia del suo Paese in merito alle decisioni rilevanti per la propria sicurezza ed ha sottolineato la determinazione sua e del presidente russo Vladimir Putin sulla questione. Già da tempo si parlava di un possibile accordo, ad agosto il direttore generale di Rosoboronexport -l'agenzia statale russa che si occupa di esportazione di armamenti e materiale per la difesa- Alexander Mikheev aveva annunciato l'intesa -non ancora perfezionata- per la fornitura missilistica (vedi notizia AVIONEWS). Lo stesso Kozhin ha anche ribadito che il sistema S-400 -che consente di intercettare e colpire aerei da guerra e missili da crociera e balistici in un raggio di 400 km- riscuoterebbe l'interesse di diversi potenziali acquirenti e trattative sarebbero attualmente in corso nel sud-est asiatico ed in medio oriente. Per approfondimenti vedi anche notizie AVIONEWS 2 e 3

AVIONEWS - 1206948
World Aeronautical Press Agency
Print this news