It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

Sindacati metalmeccanici Campania su Leonardo Pomigliano

Le dichiarazioni di Biagio Trapani, sg Fim Napoli

Le segreterie territoriali Fim-Fiom-Uilm della Campania Rsu Leonardo Pomigliano comunicano che:

"Il 27/07/2018 si sono incontrate le segreterie territoriali di Fim-Fiom-Uilm della Campania, la Rsu di Pomigliano e la Direzione della Divisione Aerostrutture di Leonardo SpA.

Nel corso dell’incontro sono stati individuati gli indicatori dell’obiettivo di sito per il 2018 (che rappresenta il 55% del premio di risultato complessivo), individuandone peso e popolazione di riferimento come di seguito riportato:
 La produttività di stabilimento misurata attraverso gli indici di efficienza (20%), di efficacia (20%) e di qualità (15%).
 La produttività di ingegneria misurata attraverso l’indice delle milestone (35%) e l’indice diqualità (20%).
 La produttività di staff misurata attraverso la media degli indici dello stabilimento e dell’ingegneria.

Nel corso dell’incontro le organizzazioni sindacali hanno ribadito l’importanza e la centralità della contrattazione di secondo livello, che vede proprio nella definizione del Premio di risultato (Pdr) uno strumento utile e necessario per incentivare i lavoratori oltre a sollecitare la stessa azienda ad individuare soluzioni idonee a migliorare le performance di produzione di stabilimento.

Tuttavia, le scriventi organizzazioni sindacali hanno ribaditola necessità di rivedere i criteri di misurazione della parte di premio (45%) individuati sui parametri finanziari di divisione (Ebita, Cash-Flow) che sarà oggetto della prossima contrattazione nazionale.

Nello specifico, il non raggiungimento del parametro Ebita di divisione, ha nei fatti penalizzato ingiustamente i lavoratori di aerostrutture, che hanno visto l’erogazione di un premio non equo rispetto allo sforzo profuso.

Le organizzazioni sindacali hanno inoltre ribaditochei soli modelli organizzativi e la sola perfomance dei lavoratori, non è sufficiente a migliorare la produttività dello stabilimento, ma piuttosto sono necessari investimenti aziendali tangibili sull’impianto produttivo di Pomigliano, al fine di renderlo sempre più competitivo nello scenario aeronautico internazionale e dello stesso business delle Aerostrutture.

In occasione della consegna della 1500esima fusoliera avvenuta a Pomigliano lo scorso 5 giugno, il management di Leonardo aveva ribadito la volontà di continuare ad investire nel business delle Aerostrutture e la centralità dell'aereo ATR, abbiamo pertanto sottolineato in sede di incontro sindacale, la necessita di conoscere quanto prima il piano degli investimenti e le scelte industriali che intende mettere in campo il gruppo dirigente nel settore delle Aerostrutture ed in particolare nel sito di Pomigliano.

Un’esigenza che diventa ancora più impellente dopo gli impegni istituzionali assunti da Regione e Governo nei giorni successivi all’evento mediatico che ha dato orgoglio, soddisfazione e senso di appartenenza alle maestranze di Pomigliano e dell’intero comparto aeronautico.

Nei prossimi mesi ci attiveremo nelle sedi opportune per verificare che gli impegni aziendali ed istituzionali si trasformino in azioni concrete".

Riportiamo inoltre la dichiarazione stampa di Biagio Trapani segretario generale Fim Napoli sull'accordo siglato per premio di risultato Leonardo Pomigliano.

"Da tempo come Fim Cisl chiediamo che sullo stabilimento, centro di eccellenza delle aerostrutture in Italia, vengano fatti i necessari investimenti per migliorare i cicli produttivi con incrementi di produttività e qualità che consentano al sito di guardare al futuro senza preoccupazioni.

La consegna della fusoliera n.1500 dello scorso giugno è testimonianza della storica competenza espressa dal sito, e soprattutto degli sforzi compiuti dai lavoratori per raggiungere gli obiettivi, ed è stata l’occasione per l’azienda e per le istituzioni per apprezzare il lavoro fatto e constatare che c’è bisogno di investimenti.

Saremo vigili nella verifica della quantità e qualità delle risorse che saranno messe in campo, a partire dal progetto di introduzione del Wcm, per far si che l’eccellenza aeronautica, frutto di una storia di successi dei lavoratori del sito vada a consolidarsi ulteriormente nell’immediato futuro".

Sull'argomento vedi anche la notizia AVIONEWS collegata. 

red - 1213294

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl