It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

AVIONEWS intervista Armando Brunini, presidente di Gesac

Nell'ambito della visita presso l'aeroporto di Napoli - VIDEO

All'interno dell'aeroporto di Napoli-Capodichino AVIONEWS ha intervistato Armando Brunini, amministratore delegato della società che gestisce lo scalo campano -ovvero Gesac (Gestione Servizi Aeroporti Campani). Sono molteplici gli obiettivi che si è prefissato l'ad per portare l'aeroporto di Napoli a diventare un punto importante nelle rotte internazionali, sempre guardando anche alla soddisfazione dei passeggeri.

"Nel 2013 ci siamo accorti del potenziale espresso dall'aeroporto, e abbiamo iniziato a lavorare con le compagnie per aumentare il numero di passeggeri in arrivo", ha detto Brunini. Grazie agli sforzi compiuti la società di gestione di Napoli-Capodichino ha raddoppiato il numero di rotte da e per l'aeroporto, riuscendo: "Sia a rendere il capoluogo campano più collegato con il mondo che a raddoppiare quasi il numero di passeggeri", ha continuato l'ad. I numeri infatti dicono che nel 2013 presso lo scalo passarono 5,4 milioni di passeggeri, mentre nel 2017 questi sono diventati 8,6 milioni. "Ci aspettiamo -dice Brunini- di arrivare tra i 9,5 e i 10 milioni per il 2018".

Cifre importanti raggiunte anche grazie all'aumento delle rotte internazionali, a cominciare da quelle verso il nord Africa e verso Istanbul. "Stiamo lavorando con gli Stati Uniti e con i Paesi del Golfo Persico per riuscire ad avere almeno una rotta che li colleghi con Napoli", ha detto l'amministratore delegato. Il problema, se così sì può chiamare, che ha ricordato lo stesso Brunini sta nel fatto che a due ore di distanza c'è l'aeroporto di Fiumicino che canalizza tutto il traffico internazionale verso il centro e il sud. 

Anche per i passeggeri che arrivano a Napoli-Capodichino e che vogliono poi spostarsi in città ancora ci sono delle problematiche, perché: "L'accessibilità all'aeroporto è ancora dietro, ma i trasporti non sono competenza solo nostra. Intanto avremo la metropolitana tra pochi anni che ci permetterà di collegare lo scalo con la stazione centrale e con il porto". Un passo avanti senza dubbio, come ha ricordato concludendo Brunini  Sotto, l'intervista:

 

M/A - 1212569

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar