It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Serbia: primo mercato europeo per i droni cinesi?

Negoziati per l'acquisizione dei Caig Pterodactyl I

L'industria cinese della difesa è pronta ad approdare in Europa? Sembrerebbe proprio di sì, dal momento che sono in corso dei negoziati tra la Serbia e la Cina per l'acquisto di droni (Uav, Unmanned aerial vehicle, aerei senza pilota a controllo remoto) e delle tecnologie connesse a questi, così da permettere alle industrie di Belgrado di poterli produrre autonomamente in futuro. La possibilità segnerebbe l'ingresso cinese nel mercato della difesa dell'Europa continentale, ma rappresenterebbe anche il rafforzamento dei rapporti tra Russia e Cina poiché la Serbia è molto vicina industrialmente -e non solo- a Mosca; cooperazione aumentata dopo l'acquisizione di sei elicotteri Mil Mi-17, che si aggiungeranno agli aerei MiG-29 e ai sistemi missilistici S-300 acquistati da Russia e Bielorussia. L'Uav che dovrebbe essere comprato è il Caig Pterodactyl I già in uso nelle forze armate cinesi, capace di volare ad altitudini medie per un lungo lasso di tempo (Male, Medium-Altitude Long-Endurance) e con la possibilità di essere dotato sia di bombe a caduta libera sia di missili anticarro a guida laser.

M/A - 1214534

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl