It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

AVIONEWS a Cybertech (2). Tofalo: "Italia deve avere un ruolo di primo piano nel Tempest"

Il programma britannico l'occasione per acquisire competenze -VIDEO

Oggi e domani a Roma si svolge l'evento "Cybertech Europe 2018", ovvero la principale manifestazione mondale sulla sicurezza informatica che vede la partecipazione della principali aziende informatiche al mondo e di un nutrito numero di start-up, alle quali si aggiunge la presenza di Leonardo -co-organizzatrice dell'evento- che rappresenta una delle aziende all'avanguardia sull'intero panorama cibernetico. L'evento (vedi notizia AVIONEWS) è stato aperto dall'amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo, intervenuto per rimarcare sia i progressi fatti sia le sfide e gli obiettivi del futuro dell'azienda aerospaziale e della difesa italiana che investe molte risorse economiche per la ricerca e la progettazione di sistemi capaci di prevenire attacchi informatici. Stanziamenti che potrebbero aumentare tramite finanziamenti statali, necessari sia per implementare le competenze già acquisite, sia a dare seguito alle parole del ministro della Difesa Elisabetta Trenta che vorrebbe dedicare il 2% del Pil alle spese per la cyber security.

Infine AVIONEWS ha potuto intervistare il sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo, il quale ha sottolineato che "l'Europa ha fatto poco in ambito cyber dal momento che i vari Paesi membri dell'Ue si sono mossi non omogeneamente". L'obiettivo dell'industria della difesa in generale dovrebbe essere quello di "riuscire dove ha fallito l'Euro, creando una base solida per un'unione politica", e l'Italia "deve essere la protagonista di questa integrazione industriale, dal momento che sono molti i programmi che permettono di utilizzare il nostro know-how e di rafforzare la posizione italiana". Uno su tutti quello britannico per lo sviluppo di un aereo di sesta generazione, occasione che per Tofalo "non deve essere persa, e l'Italia deve entrare nel programma Tempest avendo un ruolo di primo piano. Il Governo -ha assicurato il sottosegretario- farà di tutto per supportare le nostre aziende in questo compito". La Brexit non lo spaventa e non spaventerà Leonardo perché "deve essere sempre più aperta ai mercati globali, diventando la capofila in Europa anche grazie all'aumento di conoscenze tecnologiche e di programmazione derivanti dai progetti per gli armamenti di nuovissima generazione, evitando di fare come per i programmi di quinta generazione", ha chiuso Tofalo

Sotto il video dell'evento e l'intervista:

M/A - 1214661

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar