It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Volo-ambulanza aereo C-130J AMI

Trasportata donna in pericolo di vita da Alghero a Pisa

L’Aeronautica militare impegnata ancora una volta in un volo per un trasporto sanitario d’urgenza. Il trasferimento, da Alghero a Pisa, è stato effettuato oggi da un aereo C-130J della 46esima Brigata Aerea di Pisa. Nella mattinata di oggi alla Sala situazioni di Vertice del Comando Squadra aerea dell’Aeronautica militare era giunta, dalla Prefettura di Sassari, una richiesta per il trasporto urgente di una donna di 55 anni, giudicata in immediato pericolo di vita dall’ospedale di Alghero e per la quale quindi si rendeva necessario un trasporto immediato con mezzo aereo presso l’ospedale "Santa Chiara" di Pisa, dotato di strutture sanitarie idonee all’assistenza. Il C-130J è così decollato da Pisa nella tarda mattinata alla volta di Alghero per caricare la paziente ed una equipe medica e fare ritorno a Pisa nel primo pomeriggio, intorno alle 14:30. Qui, la donna con lo staff sanitario sono stati fatti scendere dal velivolo dagli specialisti dell’Aeronautica militare ed hanno proseguito la corsa verso l’ospedale a bordo di un’ambulanza del nosocomio pisano.

Tutti i giorni, 365 giorni all’anno, presso la 46esima Brigata Aerea di Pisa, un velivolo e due equipaggi, formati da un pilota, un copilota, due load master (operatori di bordo) ed un tecnico manutentore, sono pronti a decollare esclusivamente per questo tipo di voli d’emergenza, denominati Pis (Pronto impiego sanitario), che rappresentano uno dei compiti che l’Aeronautica militare assolve quotidianamente a servizio del Paese. La 46esima Brigata Aerea è tra l’altro l’unico Reparto dell’Aeronautica militare che ha in dotazione aerei C-130J in grado imbarcare ambulanze al cui interno possano rimanere paziente ed equipe mediche al fine di non interrompere l’assistenza sanitaria.

red - 1215536

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl