It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Trasporto aereo in Italia. Boeing: prospettive di mercato e nuove sfide

Il convegno si è svolto oggi a Milano presso sede Assolombarda

Si è svolto oggi a Milano, presso la sede di Assolombarda, il convegno "Air Transport in Italy - Market perspectives and new challenges", organizzato da Boeing e Sea (Aeroporti Milano). Durante il convegno Randy Tinseth, Vice-President Marketing, Boeing Commercial Airplanes, ha presentato il Commercial Market Outlook (Cmo) dell'industria, la previsione ventennale sul mercato dell'aviazione civile.

Boeing ha alzato la sua previsione a lungo termine per gli aerei commerciali visto che l’aumento del traffico-passeggeri ed il ritiro imminente dei velivoli obsoleti porta una domanda di 42.730 nuovi aeromobili –valutata a 6,3 trilioni di dollari- nei prossimi 20 anni. La flotta di aeroplani mondiale inoltre sosterrà la crescita della domanda per i servizi di aviazione commerciale, portando ad un’opportunità totale di mercato di 15 trilioni di dollari.

La previsione annuale dell’azienda, rinominata Commercial Market Outlook per includere l’analisi dettagliata del mercato dinamico dei servizi aeronautici, è stata presentata durante il "Farnborough International Airshow". Riconosciuto come riferimento per le previsioni globali sul trasporto aereo, il Cmo 2018 prevede che il numero totale di unità è in aumento del 4,1% rispetto alla previsione precedente.

In base ai dati sulla flotta oggi ci sono oltre 900 velivoli più vecchi di 25 anni. Entro metà del 2020, oltre 500 aerei all’anno raggiungeranno i 25 anni di età –raddoppiando l’attuale dato– alimentando l’onda di pensionamento. Tinseth ha dichiarato che i dati spiegano perché il 44% dei nuovi aerei sarà necessario solo per compensare la sostituzione, mentre il resto supporterà la crescita futura.

La flotta mondiale, compresi gli aeromobili che saranno mantenuti, praticamente duplicherà a 48.540 aerei entro il 2037.

Il segmento single-aisle vedrà la crescita maggiore nel periodo previsto, con una domanda di 31.360 nuovi esemplari, un incremento del 6,1% rispetto allo scorso anno. Questo mercato da 3,5 trilioni di dollari è guidato in gran parte dalla continua crescita dei vettori low-cost, dalla solida domanda nei mercati emergenti e dalla domanda di sostituzione in crescita nei mercati come Cina e sud-est asiatico.

Il segmento widebody richiede 8070 nuove apparecchi per un valore di circa 2,5 trilioni di dollari nei prossimi vent’anni. La domanda widebody è spinta in parte da una grande ondata di sostituzioni a partire dal prossimo decennio e dal dispiegamento da parte delle compagnie di aerei avanzati come il 787 Dreamliner ed il 777X per espandere i loro network globali.

In aggiunta, Boeing prevede il fabbisogno di 980 nuovi freighter widebody nel periodo considerato, fino a 60 in più rispetto allo scorso anno. Inoltre, si prevede che gli operatori compreranno 1670 converted freighter.

L’imponente flotta genera una solida domanda in crescita di servizi aeronautici, che va dal supporto alla catena di fornitura (accessori e parti logistiche), alla manutenzione ed ai servizi ingegneristici, fino alle modifiche agli aerei ed alle operazioni delle compagnie. Nei prossimi vent’anni l'industria prevede un mercato da 8,8 trilioni di dollari per i servizi all’aviazione commerciale con una crescita annua del 4,2%.

Le categorie principali nella previsione dei servizi includono il mercato da 2,3 trilioni per Maintenance & Engineering, che soddisfa i requisiti richiesti per la manutenzione o il ripristino della navigabilità di un aereo e dei suoi sistemi, componenti e strutture. Un’altra importante categoria è rappresentata dal mercato da 1,1 trilioni per Flight Operations, che copre i servizi associati alla cabina di pilotaggio, i servizi di cabina, la formazione degli equipaggi e del management e le operazioni aeree.

In termini di divisione geografica, la domanda di aerei e servizi è orientata in modo simile verso la crescita dei mercati principali. L’Asia-Pacifico, che include la Cina, continuerà a dominare la scena, con un 40% di consegne totali di velivoli ed un 38% del valore dei servizi totali. Nord America ed Europa si attestano fra i primi tre.

Il Cmo, conosciuto prima come Boeing Current Market Outlook, è la previsione aerea più estesa e stimata essendo l’analisi più esaustiva dell’industria aeronautica commerciale. 

red - 1216226

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl