It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

AVIONEWS. Fabrizio Cuscito: "Non ci sono certezze sul futuro di Alitalia"

Intervista al coordinatore nazionale del trasporto aereo di Filt-Cgil -VIDEO

In vista dell'incontro di oggi 12 dicembre al ministero dello Sviluppo economico tra il ministro Luigi Di Maio e i sindacati per parlare del futuro di Alitalia, AVIONEWS ha intervistato il coordinatore nazionale del trasporto aereo di Filt-Cgil Fabrizio Cuscito. Il sindacalista e pilota dell'ex-compagnia di bandiera italiana si è detto preoccupato per Alitalia "perché la sua sopravvivenza si regge solamente sul prestito ponte e quei soldi prima o poi finiranno". Inoltre mancando ancora 2 mesi circa prima della presentazione del piano industriale di Ferrovie dello Stato, secondo Cuscito "non ci sono idee su cui basarsi, soprattutto perché non è chiaro dove verranno cercati i soldi necessari per la riconversione industriale di Alitalia".

Fabrizio Cuscito nel corso dell'intervista ha toccato tutti i temi principali e "caldi" del trasporto aereo sia per quel che riguarda le compagnie italiane sia quelle straniere che operano in Italia. Per le prime da Cuscito, così come da Filt-Cgil stessa, è arrivata la netta bocciatura dell'operazione fatta da Blue Panorama di crearsi un sindacato ex-novo interno poiché "dopo che siamo riusciti a portarla fuori dal commissariamento la dirigenza non ha mai voluto parlarci"; situazione, in parte, non diversa si è creata con Air Italy dove a fronte "di un piano industriale sfidante -spiega il sindacalista- la nuova gestione non sta ascoltando i lavoratori che chiedono una rinegoziazione del contratto collettivo siglato nei momenti di difficoltà di Meridiana". 

Per quel che riguarda le due principali aviolinee estere che operano in Italia (easyJet e Ryanair) Cuscito ha due opinioni differenti considerandole "una all'antipodo dell'altra nell'approccio con i lavoratori"; questo perché la prima "ha un ottimo rapporto e un elevato tasso di soddisfazione", mentre la seconda "è l'esempio sbagliato che dimostra quanto sia necessario un quadro normativo unico per evitare il dumping sugli stipendi". 

Ciò che servirebbe in realtà -ha spiegato Fabrizio Cuscito nell'intervista- è "sviluppare un sistema del trasporto aereo con regole comuni e noi abbiamo chiesto al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di convocare un tavolo che comprenda tutte le parti interessate, ma finora non è stato ancora fatto nulla".

Sotto, il video dell'intervista:

M/A - 1216948

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Similar