It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Cisl: "aeroporti Catania e Palermo hub del sistema regionale"

Presentato oggi il Libro bianco "Connettere la Sicilia" -ALLEGATO

Perché possa liberare le potenzialità di cui è naturalmente portatore nella regione i cui principali aeroporti (Palermo e Catania) si piazzano tra i primi dieci d’Italia, sarebbe opportuna, sottolinea il libro bianco di Cisl, "la creazione di due grandi hub nell’Isola" che abbiano in Palermo a ovest e Catania a est, i due poli del sistema aeroportuale regionale. Due hub che consentano di superare le criticità emerse nella gestione degli aeroporti minori. Vedi i casi di Trapani e Comiso. E che siano in grado di dare una decisiva spinta allo sviluppo attraverso un’offerta più adeguata di voli. L’outlook degli scenari di crescita stima del resto che entro i prossimi dieci anni il traffico totale degli aeroporti dell’Isola tocchi quota 28 milioni di passeggeri, dieci in più degli attuali. E sarà un incremento tra i più alti nel Paese con la quota maggiore prevista per Fontanarossa e a seguire per il "Falcone-Borsellino". Due grandi hub, dunque, sarebbero «opportuni. Anzi necessari», puntualizza il dossier Cisl. Sottolineando che, in questa prospettiva, "va sciolto inderogabilmente il nodo del collegamento ferroviario veloce tra le aerostazioni di Palermo e Trapani da un lato, di Catania e Comiso dall’altro". 

E' questa la soluzione di Cisl Sicilia -riportata sulla sua home page- per il sistema aeroportuale regionale contenuta nel Libro Bianco del sindacato sulle infrastrutture isolane presentato oggi, dal titolo "Connettere la Sicilia": un dossier di 234 pagine che analizza lo stato di strade, autostrade, linee ferrate, porti e aeroporti della regione, che alleghiamo integralmente in formato pdf in basso a questa AVIONEWS


Attachments
ClaMos - 1221845

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl