It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

"Competenza Art regolazione economica anche per aeroporti con CdP in deroga"

Lo ha dichiarato il ministro Toninelli alla presentazione del rapporto Enac

Nell'ambito della presentazione del rapporto Enac (Ente nazionale aviazione civile) svoltosi stamattina al Senato, tra le varie dichiarazioni il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha espressamente affermato che la regolazione “economica” degli aeroporti è stata opportunamente assegnata all’Autorità dei trasporti (Art, Autorità regolazione trasporti), mentre all’Enac compete quella tecnica.

È interessante questo passaggio. 

La cosa non è banale, perché il 26 maggio scorso è entrata in vigore la “Legge europea 2018” in base alla quale l'Autorità di regolazione dei trasporti svolge le sue funzioni anche con riferimento ai contratti di programma (CdP) in deroga, quindi anche Fiumicino+Ciampino, Malpensa+Linate, Venezia. Fino ad oggi, per questi aeroporti, la regolazione economica era svolta dall’Enac e per questo la Commissione europea aveva aperto nel 2014 la procedura d’infrazione n. 4187.

Per completezza di informazione riportiamo in calce la norma della nuova legge.

Legge 3 maggio 2019, n. 37 - Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018 (19G00044) (GU serie generale n.109 dell'11-05-2019) - note: entrata in vigore del provvedimento: 26/05/2019

Articolo 10 - Disposizioni in materia di diritti aeroportuali - Procedura di infrazione n. 2014/4187

1. L'articolo 73 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, è sostituito dal seguente: "Articolo 73 (Autorità nazionale di vigilanza). - 1. L'Autorità di regolazione dei trasporti, istituita ai sensi dell'articolo 37 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, svolge le funzioni di Autorità nazionale di vigilanza di cui al presente decreto anche con riferimento ai contratti di programma previsti dall'articolo 17, comma 34-bis, del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102. L'Autorità suddetta attua le funzioni trasferite con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili nel proprio bilancio, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica".

red - 1222175

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl