It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aerei droni: a Torino inaugurazione area test, DoraLab

Protocollo di intesa tra Enac e la città

Grazie al protocollo d’intesa tra l’Ente nazionale dell’aviazione civile (Enac) e la Città di Torino è stato inaugurato oggi nel capoluogo torinese il DoraLab, area di testing all’interno del Parco Dora dedicata allo sviluppo della tecnologia dei droni. È questa la prima volta che una amministrazione comunale mette a disposizione della “drone’s industry” in un ambito urbano un laboratorio a cielo aperto per testare diversi progetti di R&S e sperimentazione applicata “on the field”, soprattutto per i droni multirotori, ala fissa e “Vtol (Vertical Takeoff Landing)”.

Il protocollo che aveva dato il via al percorso di sperimentazione era stato firmato nel giugno 2018 da Daniele G. Carrabba, direttore Centrale Regolazione aerea dell’Enac, prematuramente scomparso lo scorso novembre. 

Il Parco Dora si configura come “siting” ideale per i “test bed” nell’ambito delle iniziative di “Smart City” e, in questo contesto, assume il nome di “DoraLab” e ha lo scopo di promuovere la ricerca e l’innovazione nel campo degli aeromobili a pilotaggio remoto e lo sviluppo di un settore, come quello dell’aerospazio, strategico per il sistema economico del territorio torinese attraverso un modello mutuabile ad altre realtà nazionali. 

L’area potrà accogliere nel suo ambito le varie attività di sperimentazione applicata nei diversi settori della “Smart City” e le relative applicazioni tecnologicamente avanzate saranno testate all’interno del Parco. Valutata la loro la sicurezza e l’affidabilità delle attività, i nuovi servizi collegati ai progetti di ricerca effettuati con i droni saranno gradualmente implementati nelle aree della città. 

Tutte le imprese interessate alla sperimentazione potranno proporre il loro progetto attraverso una “call” sempre aperta e richiedere alle competenti autorità le necessarie autorizzazioni secondo procedure semplificate. 

Per la gestione del DoraLab la Città di Torino ha attivato partnership strategiche con Tim, per gli aspetti di connettività 5G, quale apertura alle emergenti frontiere tecnologiche, e per gli strumenti di supporto alla modellizzazione delle rotte, e con il Politecnico di Torino, per l’analisi e la valutazione delle sperimentazioni, nonché per le attività formative legate alla tecnologia dei droni rivolte a studenti e professionisti. 

Durante l’inaugurazione luogo sono state effettuate dimostrazioni di alcuni dei primi progetti ammessi nell’ambito del Doralab, in particolare il progetto Turincod –Turin City Operations by Drones- di Elite Consulting –DJI (partner la Polizia municipale della Città di Torino, Tim, Politecnico) ed il progetto “Ispezione e mappatura aerea” di Oms Srl, monitorato grazie al sistema sperimentale di Traffic Management di Tim. 

Il progetto TurinCod si inquadra nell’ambito di una iniziativa a supporto della Polizia municipale che consentirà la creazione di una “Drones Unit”. Nel corso della sperimentazione si realizzerà inoltre un modello di individuazione delle rotte urbane supportate dalla tecnologia di connettività in 5G, realizzata da Tim, per servizi di pubblica utilità in ambito urbano in Bvlos (volo non a vista con pilota in remoto) traguardando i futuri scenari di volo autonomo.

L’obiettivo finale è quello di addivenire alla realizzazione, nella città di Torino, di una Academy innovativa rivolta a funzionari pubblici e privati su processi e nuove tecnologie basate sui droni.

DoraLab è uno dei laboratori tematici di Torino City Lab, la politica di innovazione della Città di Torino volta a trasformare il territorio torinese in un living lab permanente e sempre “aperto” dove sperimentare in ogni area prodotti, servizi e modelli basati su tecnologie nuove e capaci di migliorare le nostre vite.

red - 1223092

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar