It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Antonio Apa (2). La replica di Leonardo alle dichiarazioni

La nota di precisazione emessa dall'industria

Riceviamo e pubblichiamo la replica di Leonardo alle dichiarazioni di Antonio Apa, segretario generale Uilm Genova: "Nella lunga storia delle relazioni industriali di Leonardo raramente abbiamo avuto la necessità ed il piacere, in questo caso, di dover ribadire la bontà di risultati decisamente in crescita come quelli presentati il 30 luglio dall’amministratore delegato e dal direttore finanziario.

Di fronte a chi non vuol vedere il miglioramento della performance del Gruppo, non sembra tuttavia superfluo dover ribadire di aver chiuso il primo semestre con risultati ancora una volta in aumento, in linea con gli obiettivi del piano industriale volto alla crescita sostenibile ed alla creazione di valore per tutti i nostri stakeholder:

Ordini pari a € 6,1 miliardi, +34%

Ricavi pari a € 5,96 miliardi, +7%

Ebita pari a € 487 milioni, +4% (a fronte di un miglioramento della performance operativa di tutti i business principali)

Risultato netto pari a € 349 milioni, +229%.

Per entrare nel dettaglio, ci fa piacere sottolineare che la crescita degli ordini (+34%) si basa su un’ottima performance commerciale sia nei mercati domestici sia in quelli internazionali. La performance operativa, escludendo gli effetti della riduzione dei costi di ristrutturazione e del Purchase Price Allocation (ammortamenti legati alle attività immateriali iscritte in occasione dell’acquisizione di Leonardo Drs), è cresciuta del 7%. L’utile netto ordinario, cioè escludendo l’effetto degli effetti della transazione con Hitachi, è cresciuto del 138% rispetto all’anno precedente. Il Focf del primo semestre, come sa chi è del mestiere, risente dell’assorbimento di cassa previsto nella prima parte dell’anno e del profilo finanziario di alcuni contratti, fra cui quello relativo all’aereo Eurofighter Kuwait, uno dei più grandi successi commerciali nella storia del Gruppo! L’indebitamento, oltre all’usuale andamento del flusso di cassa nella prima parte dell’anno, risente dell’effetto dell’applicazione dell’Ifrs16 (una mera variazione contabile richiesta dai principi cui il Gruppo aderisce) cui si aggiungono gli effetti dell’acquisizione di Vitrociset, che ci ha portato in dote le competenze di oltre mille colleghi.

Per quanto riguarda l’Elettronica, i ricavi sono in crescita, sia in Europa sia negli Stati Uniti, del 13% con un Ebita in aumento del 10% rispetto al primo semestre 2018 … e se la matematica non è un’opinione, se i ricavi crescono più velocemente dell’Ebita allora la redditività operativa (rapporto tra Ebita e ricavi) sarà necessariamente inferiore.

Nella speranza di poter sempre discutere performance come queste, ringraziamo il segretario generale di Uilm di Genova per le sue parole di incoraggiamento che ci spingono in modo costruttivo a fare sempre meglio…".

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

red - 1223513

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl