It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Aerei droni: Cina impiegherà Uas per monitorare il Mar Cinese meridionale

Una ulteriore opportunità per affermare la propria autorità nel luogo conteso

La Cina utilizzerà aerei droni, gestiti dal ministero delle risorse naturali, per sorvegliare le isole e le barriere coralline nel conteso Mar Cinese meridionale.
La rete monitorerà i luoghi difficili da raggiungere, nonché le vaste acque aperte della zona fornendo le immagini in tempo reale ed avrà un ruolo significativo nel caso fosse necessaria una attenta osservazione qualora si verificassero catastrofi ed emergenze quali incidenti petroliferi o la formazione di dannose alghe rosse.  Le informazioni potranno essere visualizzate anche a migliaia di chilometri di distanza presso la sede di comando che si trova nella provincia meridionale del Guangdong.

Gli Uav trasporteranno telecamere ad alta definizione ed avranno il compito di integrare il sistema di telerilevamento satellitare cinese: Pechino sta anche lanciando il sistema di costellazioni "Hainan" che dovrebbe essere completato entro il 2021 e sarà costituito da tecnologie ottiche, iperspettrali e radar.

Questi strumenti costituiscono per la Cina, dopo la controversa creazione delle isole artificiali, una ulteriore opportunità di affermare la propria autorità sulla regione: da circa trent’anni la zona del Mar Cinese meridionale è contesa da Taiwan, Malesia, Filippine e Vietnam nel Mar Cinese meridionale: sui loro fondali ci potrebbe essere il triplo di gas che in tutto il Kuwait.

RC3 - 1224228

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar