It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Russia ammoderna l'aeroporto artico di Amderma

Lavori completati nel 2022: da vecchia base per aerei intercettori a scalo d'aviazione civile

La ristrutturazione del complesso aeroportuale di Amderma sarà completata entro il 2022, secondo quanto riferiscono le autorità della Regione nord-occidentale autonoma di Nenec alla stampa russa. "Abbiamo tutti i documenti necessari. L'aeroporto inizierà a lavorare prima del luglio 2022", ha fatto sapere l'ufficio-stampa del governo regionale. L'infrastruttura avrà rinnovati la pista, la via di rullaggio, il terminal ed altre strutture e servizi, grazie allo stanziamento  federale di 787,92 milioni di rubli ($ 12 milioni).

L'infrastruttura nacque nel 1956 come campo d'aviazione e fino al 1993 fu utilizzata come base militare per i caccia intercettori. Lo scalo  salì alle luci della cronaca quando durante la Guerra fredda da qui il  1 ° giugno 1960 decollò un aereo MiG-19 il quale abbattè un Boeing RB-47H  che stava attraversando Cape Kanin Nos. Sin dagli anni '60 il campo d'aviazione fu sede del 72° Guards Interceptor Aviation Regiment, del 10 ° OA PVO, che operava su oltre 30 aerei MiG-31 nel periodo 1991-1994. Negli anni '60 vi furono stanziati anche i Tupolev Tu-128.

L'aeroporto attualmente è dotato di una pista attiva in calcestruzzo lunga 2,600 e larga 50 m, che permette il decollo/atterraggio di tutti i tipi di elicotteri, e di aerei tipo Antonov An-2, Antonov An-24, Antonov An-26, Antonov An-30, Antonov An-74, Ilyushin Il-18, Ilyushin Il-76, Tupolev Tu-134, Tupolev Tu-154, Tupolev Tu-204, Yakovlev Yak-40, Yakovlev Yak-42 e di tutti gli aerei di classe inferiore. Il peso massimo al decollo dalla pista è di 200 t.

SaM - 1224681

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl