It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Workshop Enac (2): idea nata in occasione 40esima assemblea Icao a settembre

Condividere con le parti interessate aspetti di cultura aeronautica dedicata all'assistenza

Oggi, 14 novembre 2019, presso la direzione generale dell’Enac (Ente nazionale aviazione civile) si è svolto il workshop “Assistenza alle vittime di incidente aereo ed ai loro familiari” nell’ambito delle attività svolte dall’Ente per condividere con gli operatori del trasporto aereo, le istituzioni e tutti gli attori del settore, aspetti di cultura aeronautica dedicati all’assistenza.

L’idea di questo workshop è nata in occasione della 40esima assemblea Icao (International Civil Aviation Organization) che si è svolta lo scorso settembre. L’Enac, a ulteriore conferma dell’attività svolta in tale ambito in Ecac (European Civil Aviation Conference) ed in Icao, si è fatto promotore, insieme ad altri Paesi europei (prima fra tutti la Spagna), di questa iniziativa finalizzata a condividere nozioni, informazioni e buone pratiche tra i soggetti interessati, mettendo a fattor comune le esperienze di interlocutori nazionali ed internazionali che partecipano all’evento, tra cui delegati delle autorità per l’aviazione civile e dei ministeri competenti provenienti da Brasile, Spagna, Olanda.

I lavori sono stati aperti da Andrea Pacella collaboratore diretto del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti e dal presidente dell’Enac Nicola Zaccheo.

Sul tema dell’assistenza l’Enac ha elaborato un’apposita circolare (Gen 05) la cui prima versione risale al 2014. L’Italia è stato tra i primi Paesi in Europa a predisporre un piano ad hoc, con il supporto di Assaeroporti e delle compagnie aeree operanti in Italia, in cui trovano applicazione gli indirizzi dell’Icao in base ai quali gli Stati membri devono garantire che tutte le compagnie aeree registrate sul loro territorio dispongano di un piano di assistenza alle vittime ed ai loro familiari, assicurando, tra l’altro, il coordinamento tra gli attori che devono attuare tale assistenza.

Dalla discussione odierna è emersa forte l'esigenza di "fare sistema" e di sviluppare procedure coordinate alla base delle quali vi sia la conoscenza dei ruoli di ciascun operatore, una formazione specifica e specialistica a seconda dei ruoli stessi, e una partecipazione condivisa.

Durante l’incontro, inoltre, per confrontarsi con altre esperienze internazionali, è stato proiettato un video dell'americano Ntsb (National Transportation Safety Board) nel quale sono state illustrate la gestione e le attività dell’organizzazione americana nel settore delle emergenze dei trasporti.

In occasione dei lavori del workshop, che hanno richiamato circa cento esperti del settore, il direttore generale Alessio Quaranta ed il presidente della "Fondazione e del Comitato 8 ottobre 2001", Adele Scarani Pesapane, hanno firmato un atto d’Intesa tra le parti, a suggello di una collaborazione consolidata da molti anni, per individuare possibili iniziative congiunte, in ambito nazionale ed internazionale, nelle attività di formazione, studio e analisi, finalizzate alla crescita del sistema aeronautico italiano sui temi di reciproco interesse, tra cui:

attività di formazione, destinata anche a soggetti terzi,

supporto organizzativo e tecnico-specialistico per le attività normative,

prestazioni tecnico-scientifiche,

studi di fattibilità,

aggiornamento e riqualificazione professionale,

preparazione ed erogazione di seminari e convegni. 

“Sono certo che il lavoro condiviso finora con la Fondazione –ha commentato il presidente Zaccheo– che è già prezioso per i risultati prodotti, possa essere in futuro ulteriormente implementato con iniziative comuni sempre più alte e sfidanti. L’obiettivo è di operare insieme per accrescere in Italia, in Europa e nel mondo, la cultura e l’alto valore del tema dell’assistenza che trova Enac, la Fondazione 8 ottobre ed il suo Comitato, uniti nelle attività di diffusione della cultura della sicurezza nel campo dell’aviazione civile”.

Il direttore generale Quaranta ha evidenziato “Non esiste attività finalizzata alla promozione ed al miglioramento della sicurezza del trasporto aereo, alla formazione degli operatori ed all’assistenza alle vittime di incidente aereo, avviata a livello nazionale e internazionale che non abbia visto la Fondazione ed il Comitato impegnati in prima linea a supportare l’Enac che, per missione istituzionale, ha il compito di diffondere, tutelare ed assicurare la sicurezza dell’aviazione civile. È grazie al contributo di tutte le persone del Comitato ed al forte impulso iniziale fornito dal fondatore Paolo Pettinaroli e ora proseguito dal presidente Adele Scarani Pesapane, che l’Enac ha elaborato un documento come la circolare Gen 05, preso ad esempio a livello internazionale”.

Si rende, inoltre noto, che l’Enac sta avviando, insieme all’Università "Sapienza" e con il supporto di esperti del "Comitato 8 ottobre", un percorso di formazione del proprio personale in tema di assistenza affinché i dipendenti abbiano conoscenza e cognizione a livello psicosociale delle procedure, delle modalità delle azioni e delle comunicazioni che, in caso di incidente aereo con vittime, devono essere adottate nell’immediato.

Hanno partecipato all’incontro i consiglieri di amministrazione dell’Enac, Angela Stefania Bergantino, Manlio Mele, Alfredo Pallone e Luisa Riccardi, esperti nazionali ed internazionali provenienti anche da istituzioni spagnole, olandesi e brasiliane.

Come relatori sono intervenuti Pierluigi Di Palma, presidente "Centro studi Demetra"; Fernando Moreno, capo dell’area assistenza alle vittime di incidente aereo della Unità di emergenza, coordinamento e gestione delle crisi del ministero dei Trasporti–Spagna; Kas E. Beumkes, Senior Policy Advisor Civil Aviation Directorate–Olanda; Adele Scarani Pesapane, presidente del "Comitato e Fondazione 8 ottobre 2001"; Valentina Lener, direttore generale Assaeroporti; Luciano Neri, segretario generale Ibar; Giovanna Laschena, vicedirettore centrale Economia e vigilanza aeroporti; responsabile Sala crisi Enac; Marcelo de Souza Carneiro Lima, Operations Manager Anac–Brasile; Fabiola Cardea, direttore Personale Enac.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Photo gallery Workshop Enac sull’assistenza alle vittime di incidente aereo e ai loro familiari svoltosi a Roma il 14 novembre 2019 presso la  Sala Tamburro dell'Ente
red - 1225838

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Related
Similar