Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aerei e sicurezza. Sg Icao all'incontro Ctc Onu sulle minacce terroristiche all'aviazione civile internazionale

Montreal, Canada - Priorità-chiave da affrontare affinché le due organizzazioni lavorino per cooperare efficacemente

In occasione della riunione speciale convocata venerdì scorso dal Comitato antiterrorismo (Ctc, Counter-Terrorism Committee) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Unsc), il segretario generale (Sg) Icao (International Civil Aviation Organization) Fang Liu ha sottolineato le priorità-chiave da affrontare affinché le due organizzazioni lavorino per cooperare in modo più efficace nel mitigare le minacce terroristiche al settore del trasporto aereo. La risoluzione 2309 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite riguarda le minacce alla pace ed alla sicurezza internazionali causate da atti terroristici: la sicurezza dell'aviazione è stata adottata all'unanimità dall'Unsc lo scorso settembre. È stata la prima ad affrontare la sicurezza internazionale dell'aviazione civile e ha invitato gli Stati ad attuare misure efficaci basate sui rischi per attenuare l'evoluzione della situazione di minaccia. Nelle sue osservazioni al Ctc il segretario generale ha sottolineato che l'adempimento degli obiettivi della risoluzione 2309 prevede che le autorità per la sicurezza dell'aviazione degli Stati abbiano accesso sufficiente alle attuali informazioni sulle minacce. Ha inoltre rilevato che persistono ulteriori sfide per quanto riguarda la condivisione di informazioni sulle minacce e sui rischi all'interno di molti Paesi e ha sottolineato l'importanza degli strumenti Icao nuovi ed esistenti per contribuire ad affrontare tali preoccupazioni, quali il Global Aviation Security Plan ed il Global Risk Context Statement. I risultati di questa riunione speciale dovranno essere presentati al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il prossimo settembre. A margine del meeting del Ctc, Liu ha incontrato l'ambasciatore dell'Egitto, il presidente Ctc ed i cinque membri dell'Unsc delle missioni permanenti (Cina, Francia, Federazione russa, Regno Unito e Stati Uniti), nonché il viceministro dei trasporti della Federazione russa. Nel corso di questi incontri il segretario generale ha ringraziato gli Stati per tutto il loro sostegno nel rafforzare la leadership dell'Icao in termini di sicurezza dell'aviazione. Inoltre ha sottolineato il lavoro svolto dall'organizzazione internazionale nel miglioramento della sicurezza dell'aviazione, in particolare nello sviluppo del Gasep (Global Aviation Security Plan). Inoltre ha fornito gli aggiornamenti relativi all'Allegato 17 -Sicurezza (Security) ed Allegato 9 -Facilitazione della Convenzione di Chicago sull'aviazione civile, che impone agli Stati di attuare i Sarp relativi alla sicurezza landside, all'individuazione di esplosivi, alla sicurezza in rete ed al sistema Advance Passenger Information (Api). L'espansione dell'Universal Security Audit Programme è stata anche comunicata ai rappresentanti del Consiglio di sicurezza. Liu ha espresso la necessità per gli Stati di attribuire risorse sufficienti a livello nazionale, sia umano che finanziario, per attuare efficacemente gli standard Icao sulla sicurezza dell'aviazione e la risoluzione 2309. Infine ha sottolineato l'importanza delle Nazioni a partecipare agli impegni globali nel costruire le attività riguardanti la capacità e l'assistenza tecnica che sono state ripetute durante le riunioni. I rappresentanti di Francia e Regno Unito del Consiglio Icao, i funzionari senior delle autorità di sicurezza dell'aviazione civile di Canada, Israele, Federazione russa, Singapore, Sudafrica, Regno Unito e Stati Uniti, oltre ai delegati delle organizzazioni internazionali e regionali nonché il settore hanno anche contribuito al successo di questo evento attraverso la loro effettiva partecipazione.
fra/pec - 1205675

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl