Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Trasporto aereo. Iata diffonde dati-sicurezza 2017

I risultati mostrano costanti e forti miglioramenti nella safety

Iata (International Air Transport Association) ha pubblicato i dati 2017 relativi alle prestazioni di sicurezza nel settore dei vettori aerei commerciali che mostrano costanti e forti miglioramenti in termini di safety.

Il tasso di tutti gli incidenti è stato pari a 1,08, un miglioramento rispetto a 1,68 nel 2016 ed a 2,01 nel precedente periodo di 5 anni (2012-2016).

Il tasso 2017 per i principali incidenti aerei era 0,11, l'equivalente ad un incidente rilevante per ogni 8,7 milioni di voli; si tratta di un miglioramento rispetto allo 0,39 raggiunto nel 2016 ed anche al quinquennio (2012-2016) di 0,33.

Ci sono stati 6 incidenti mortali con 19 vittime tra passeggeri ed equipaggio. Questo dato è paragonato ad una media di 10,8 incidenti mortali e circa 315 morti all'anno nel quinquennio precedente (2012-2016); nel 2016 sono stati 9 quelli mortali e 202 persone decedute.

Nessuno dei 6 incidenti mortali ha coinvolto un aereo-passeggeri. Interessati cinque velivoli turboelica ed un jet cargo; quest'ultimo schianto ha provocato anche la morte di 35 persone a terra oltre all'equipaggio.

I vettori aerei membri Iata hanno registrato zero incidenti mortali o perdite di jet o turboelica nel 2017.

Prestazioni di sicurezza 2017:

Quasi tutte le regioni hanno mostrato miglioramenti rispetto ai cinque anni precedenti (2012-2016).

Avanzamento in Africa

L'Africa subsahariana ha continuato a compiere progressi significativi in termini di sicurezza. Le aviolinee nella regione hanno avuto per il secondo anno consecutivo zero perdite di mezzi e zero incidenti mortali che coinvolgono jet o turboprop. Sia il tasso di perdita di turboelica che i tassi di tutti gli incidenti sono diminuiti rispetto alla media dei cinque anni precedenti. Tuttavia il tasso di perdita di turboelica è aumentato rispetto al 2016 (5,70 contro 1,52). A sua volta questo risultato è stato in gran parte responsabile e causa di un aumento del tasso di tutti gli incidenti rispetto al 2016 (6,87 vs 2,43).

Iosa

Nel 2017 il tasso di incidenti delle compagnie sul registro Iosa (Iata Operational Safety Audit) era quasi quattro volte migliore rispetto a quello delle aviolinee non registrate (0,56 rispetto a 2,17), tre volte migliore nel periodo 2012-2016. Tutti i vettori membri Iata sono tenuti a mantenere la loro registrazione Iosa. Attualmente ci sono 423 compagnie sul registro di cui 142 non Iata. Nel corso dei prossimi anni Iosa subirà una trasformazione digitale che consentirà alle compagnie registrate di confrontare le loro prestazioni; a lungo termine questa trasformazione aiuterà a focalizzare l'auditing su aree con il più alto livello di rischio per la sicurezza.

Strategia di sicurezza in sei punti

La strategia in sei punti è un orientamento generale completo basato sui dati per identificare problemi di sicurezza di tipo organizzativo, operativo ed emergente:

Riduzione rischio operativo Loc-I (Loss of Control In Flight), Cfit (Controlled Flight Into Terrain) e Re (Runway Excursions);

Migliorare qualità e conformità attraverso programmi audit;

Promuovere migliore infrastruttura quale applicazione prassi di navigazione basate sulle prestazioni;

Sostenere implementazione coerente dei sistemi di gestione della sicurezza (Sms, Safety Management System);

Supportare assunzione e formazione efficaci per migliorare qualità e conformità attraverso programmi (Iata Training and Qualification Initiative);

Identificare ed affrontare i problemi di sicurezza emergenti quali batterie al litio ed integrazione di sistemi aerei a pilotaggio remoto (Rpas, Remotely-Piloted Aircraft System) nello spazio aereo.

red - 1210250

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl