Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Australia: contratto progetto Jsf

Raaf ha ordinato 72 aerei

Il progetto Joint Strike Fighter (Jsf) è stato un vantaggio per l'industria australiana, e le aziende locali hanno ottenuto contratti (valore più di un miliardo di dollari) per la fornitura di parti ed attrezzature.

Il ministro australiano della difesa ha annunciato che sono più di 50 le aziende locali che hanno condiviso direttamente gli accordi di produzione, mentre decine di subappaltatori sono stati coinvolti in tutta la filiera. Oltre a tutto questo il ministro ha reso noto anche che il numero di posti di lavoro locali sostenuti dal lavoro del Jsf sarebbe più che raddoppiato a 5000 entro il 2023.

I produttori australiani realizzano parti che saranno montate sugli aerei F-35 in produzione. Uno dei contributi più significativi è la società di ingegneria vittoriana Marand, che costruisce parti verticali per l'aereo. Royal Australian Air Force (Raaf) ha ordinato 72 F-35 per sostituire l'F/A-18 classic Hornet, al costo di 17 miliardi di dollari. Tre velivoli stanno effettuando operazioni di test ed addestramento negli Stati Uniti, con i primi due che dovrebbero arrivare in Australia a dicembre.

Il Jsf rappresenta un tentativo globale di costruire un nuovo aeromobile con i nove Paesi partner coinvolti nella fornitura di parti per assemblare diverse migliaia di esemplari. Lo riportava ieri l'italiana Ice dalla sede di Sidney.

red - 1210523

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili