Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

Doppio intervento per aerei caccia AMI

Due coppie di Eurofighter decollate per controllare due velivoli civili

Nel primo pomeriggio di ieri gli aerei da caccia F-2000 Eurofighter dell'Aeronautica militare, in servizio di allarme per la difesa dello spazio aereo nazionale, hanno compiuto un doppio intervento su ordine di decollo immediato (in gergo tecnico definito "scramble") per intercettare e controllare due velivoli civili che avevano perso il contatto radio con gli enti del traffico aereo.

Alle 12:30 circa due F-2000 Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto sono decollati per intercettare un velivolo DR-40 di nazionalità francese che era decollato dall'aviosuperficie di Curtatone, in provincia di Mantova, ed era diretto a Gap Tallard, in Francia.

Dopo pochi minuti dal decollo, i due caccia intercettori hanno raggiunto l'aereo francese, che nel frattempo aveva ripristinato i contatti radio con gli enti del traffico aereo. Dopo aver accertato visivamente che non ci fossero condizioni di emergenza, i due F-2000 sono rientrati alla base di Grosseto.

Verso le 14:00 due F-2000 Eurofighter del 36esimo Stormo di Gioia del Colle sono decollati per intercettare un velivolo CL-60 di una compagnia operatrice canadese che, partito da Madrid, in Spagna, stava attraversando lo spazio aereo italiano per andare a Skiatos, in Grecia.

Anche in questo caso i due caccia intercettori hanno raggiunto in breve tempo l'aeromobile civile per effettuare le procedure di controllo visivo della situazione. Accertato il ripristino del contatto radio con gli enti del traffico aereo, i due F-2000 hanno scortato il CL-60 fino al confine dello spazio nazionale, per poi rientrare alla base di Gioia del Colle.

Entrambe le missioni operative sono state attivate a seguito dell'ordine di "scramble" pervenuto dal Caoc (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente Nato responsabile per la sorveglianza dei cieli nell'area, e si sono svolte sotto il controllo delle sale operative del sistema di sorveglianza e difesa aerea dell'Aeronautica militare.

L'Aeronautica militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa che è integrato, anche in tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla Nato. Il servizio è garantito -per la parte sorveglianza, identificazione e controllo– dall'11esimo Gruppo Difesa aerea milssilistica integrata (Dami) di Poggio Renatico (Ferrara) e dal 22esimo Gruppo radar di Licola (Napoli), mentre l'intervento in volo è assicurato dal 4° Stormo di Grosseto, dal 36esimo Stormo di Gioia del Colle e dal 37esimo Stormo di Trapani-Birgi, tutti equipaggiati con caccia Eurofighter.

red - 1212651

© World Aeronautical Press Agency Srl