Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Esoscheletro attivo testato in Russia

Se dovesse essere utilizzato i conflitti muterebbero

L'azienda di produzione di mezzi e armi russa TsNIITochMash avrebbe sviluppato e testato con successo un prototipo di esoscheletro attivo, grazie al quale un uomo avrebbe colpito dei bersagli con una mitragliatrice reggendola con una mano, e che permetterebbe ad una sola persona di trasportare un carico enorme comparato con le attuali capacità umane. Rivelazione che arriva dal capo progettista del sistema Oleg Faustov.

Anche se il test del prototipo avrebbe dato buoni risultati, il problema è che manca una fonte di energia così potente -e compatta- da poter rendere utilizzabile sul campo di battaglia l'esoscheletro sviluppato. Senza sorgenti energetiche potenti il suo uso rimarrà solo una fantasia degna di un film di fantascienza, ma ciò nonostante l'esercito russo vorrebbe dotare le proprie truppe di questi ausili entro il 2025. Meno di 10 anni ancora per effettuare una difficile e costosa ricerca scientifica affinché le capacità delle batterie venga aumentata.

Il sistema Ratnik-3 che sarebbe stato testato con successo andrebbe a sostituire la seconda generazione di esoscheletri meccanici, che vengono attualmente utilizzati dalle forze armate russe per alleviare il carico ai soldati durante il trasporto di zaini pesanti, i quali sarebbero difficili da trasportare per lunghe distanze senza provocare danni a muscoli e ossa. Prima di arrivare a un sistema alimentato ad energia elettrica probabilmente bisognerà attendere ancora molto tempo, ma nel momento in cui la ricerca arrivasse ad una soluzione l'utilizzo degli esoscheletri su larga scala potrebbe far cambiare il volto dei conflitti.

M/A - 1213718

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl