Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Usa. Uragano Florence: cancellati voli dagli aeroporti costieri

Sospese anche le attività Boeing in Carolina del Sud

In maniera preventiva sono stati già cancellati per oggi 135 voli e per giovedì altri 264 che sarebbero stati operati con aerei in decollo o in atterraggio negli aeroporti delle zone che saranno colpite dall'uragano "Florence", che si avvicina alla costa sud-orientale degli Stati Uniti ad alta velocità. Le compagnie aeree hanno cancellato il maggior numero dei collegamenti dagli scali lungo la costa dell'Atlantico, dove sono state annunciate riduzioni e interruzioni delle operazioni di volo in anticipo rispetto all'arrivo dell'uragano così da evacuarli in sicurezza.

Ulteriori cancellazioni -stando alla stampa statunitense- ci saranno anche per le giornate di venerdì e di sabato per gli scali costieri -tra cui quello di Charlotte-, mentre l'aeroporto di Atlanta -il più trafficato al mondo- dovrebbe rimanere aperto, anche se un portavoce ha dichiarato che "la situazione è costantemente controllata insieme ai meteorologi per garantire la sicurezza degli aerei". Però i voli per i prossimi giorni potrebbero subire riduzioni -soprattutto quelli interni- o ritardi dal momento che l'aeroporto potrebbe essere utilizzato come base di partenza per eventuali aerei ed elicotteri, diretti sulle zone colpite dall'uragano per prestare soccorso.

Anche Boeing ha deciso di sospendere momentaneamente tutte le operazioni negli stabilimenti della Carolina del Sud dove vengono assemblati gli aerei B-787 Dreamliner, seguendo l'ordine di evacuazioni impartito dalle autorità locali.

M/A - 1214221

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl