Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Google+ Youtube

Pakistan-Cina: accordo per la fornitura e la costruzione di 48 nuovi droni

Industria pakistana coinvolta nell'intesa che rafforza la presenza di Pechino

La Cina e il Pakistan avrebbero firmato -stando alla stampa cinese- un accordo per produrre congiuntamente il drone (Uav, Unmanned aerial vehicle, aereo senza pilota a controllo remoto) Caig Wing Loong II, dopo che Islamabad ne ha acquistati 48 per le sue forze armate. Questi saranno costruiti sia dall'azienda cinese sia dall'azienda aeronautica pakistana (Pac, Pakistan Aeronautical Complex), in un'intesa -che se confermata- sarebbe la più grande e importante della storia dei droni prodotti in Cina. Il Wing Loong II è un velivolo progettato per effettuare missioni di ricognizione e di attacco, potendo trasportare fino a 480 kg tra missili e bombe, ed è alimentato da un motore capace di mantenerlo in volo per 20 ore a velocità comprese tra i 150 e i 370 km/h ad un'altitudine massima di 9000 metri.

Il possibile -ma altamente plausibile- accordo tra Cina e Pakistan arriva un anno dopo che tramite immagini satellitari erano stati visti militari pakistani utilizzare il Wing Loong I, ovvero la prima versione dell'Uav. Inoltre sarebbe un'ulteriore pietra angolare nella collaborazione industriale tra i due Paesi, dal momento che questi lavorano insieme per lo sviluppo e la produzione di un aereo da combattimento multiruolo leggero (JF-17 Thunder o FC-1), che se sommato ad uno studio -dell'Istituito di ricerca internazionale per la pace- nel quale la Cina è risultata essere il principale fornitore di armi per il Pakistan, dimostra come lentamente lo Stato storicamente alleato degli Stati Uniti si stia allineando a Pechino soprattutto in ottica anti-India.

M/A - 1215070

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl