Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Blue Panorama trasferirà a Malta i contratti di lavoro?

Forti preoccupazioni dei dipendenti

In un incontro tenuto il 4 ottobre scorso tra dipendenti e i vertici del vettore aereo Blue Panorama, l'azienda -tramite il neo costituito sindacato Adica- ha proposto di aprire una seconda base operativa a Malta. L'obiettivo della compagnia -secondo fonti sindacali- sarebbe quello di spostare i contratti di lavoro a Malta, aggirando così le discussioni e le trattative in atto con i sindacati italiani poiché questi sarebbero soggetti alle leggi maltesi (in cambio di una retribuzione maggiore?). La nuova proprietà, che fa capo al Gruppo Uvet, sembra voler intraprendere una strada simile a quella precedente di Ryanair, cercando di diminuire le garanzie per i dipendenti e al tempo stesso aumentare le entrate finanziarie. Questo sarebbe possibile perché la tassazione maltese è decisamente più favorevole rispetto a quella italiana, ma certamente si creerebbero problemi per i contributi pensionistici che sarebbero versati a Malta.

Certo si tratta di una scelta quantomeno in controtendenza rispetto al trend generale dei vettori aerei operanti in Italia che stanno iniziando a garantire contratti collettivi di lavoro basati sulla legge italiana per i dipendenti con sede nella Penisola. Tra l'altro i commissari Ue al Lavoro Marianne Thyssen e ai Trasporti Violeta Bulc riferendosi a Ryanair hanno ricordato in un'intervista che la "norma applicabile è determinata dallo Stato in cui è basato il lavoratore".

Non si sa ancora se l'eventuale spostamento a Malta comporterà per i lavoratori un obbligo a trasferirsi sull'isola (pena il licenziamento?), un po' sulla falsa riga delle minacce di Ryanair di trasferire aerei e sedi dall'Irlanda alla Polonia. La situazione di Blue Panorama è per certi versi simile a quella della low-cost irlandese tanto che i sindacati italiani hanno annunciato di essere in "preallarme" e pronti a scioperare nuovamente se "continuerà a ignorare i solleciti ad avviare un confronto per definire un nuovo contratto di lavoro e il piano industriale". Sarebbe interessante conoscere qual è la posizione dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac) all'eventualità di un trasferimento a Malta di Blue Panorama.

M/A - 1215075

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili