Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aeroporto Gatwick: parzialmente aperto ma ancora molti aerei a terra

Il segretario ai trasporti annuncia misure restrittive negli altri scali

Dopo che si pensava ad un'altra giornata di chiusura, questa mattina l'aeroporto di Londra-Gatwick è stato parzialmente riaperto, dal momento che il drone che ieri è rimasti nello spazio aereo per quasi tutto il giorno non è stato più avvistato da ieri sera. Nonostante i decolli e gli atterraggi siano stati nuovamente autorizzati permangono molti disagi nello scalo, dove molti collegamenti risultano in deciso ritardo o cancellati tant'è che la società di gestione ha consigliato ai passeggeri di contattare le compagnie aeree prima di mettersi in viaggio verso l'aeroporto. 

Inoltre la polizia è ancora in stato di massima allerta poiché l'operatore (o gli operatori) non sono stati ancora individuati, anche se la stampa britannica accusa gli ecologisti di questa azione di disturbo del traffico aereo che ha provocato una giornata di caos e di disagi per più di 120.000 persone.

Questa mattina -su "Bbc1 Radio"- ha parlato anche il segretario ai trasporti Chris Grayling che ha sottolineato come "il Regno Unito dovrà imparare molto velocemente da quello che è successo, e dobbiamo preparare tutti gli aeroporti a poter fronteggiare una situazione del genere mettendo in atto tutte le misure possibili". Inoltre, nel corso del suo intervento ha anche escluso che si sia trattato di "un'azione terroristica, piuttosto è stato un tipo di attività dirompente mai visto prima".

M/A - 1217256

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl