Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Londra: 6 mln di sterline alla Francia per aerei droni da pattugliamento marittimo

Saranno utilizzati per controllare la zona del Canale della Manica

Il Regno Unito pagherà 6 milioni di sterline (6,9 milioni di Euro) alla Francia per garantire una sorveglianza continua dello spazio aereo della Manica, così da impedire ai migranti di tentare l'attraversamento del canale per raggiungere le coste britanniche. Oggi -stando alla stampa inglese- dovrebbe avvenire a Londra un incontro tra il ministro degli interni britannico Sajid Javid e quello francese Christophe Castaner nel corso del quale sarà siglato il patto, tramite il quale il Regno Unito invierà droni, telecamere e apparecchi per la visione notturna in Francia, così che la polizia di frontiera possa aumentare i controlli sulle aree chiave del Canale della Manica. Misure eccezionali che andranno ad affiancare i già presenti pattugliamenti navali, che non hanno però impedito a circa 300 persone di attraversare lo stretto su imbarcazioni di fortuna e raggiungere il Regno Unito.

L'idea è quella di dividersi l'onere della spesa per il controllo territoriale del nord della Francia, anche perché a Parigi vorrebbero evitare che le spiagge della zona di Calais diventino una "calamita" per i migranti che verranno avvisati da una campagna pubblicitaria congiunta nelle prossime settimane. Una collaborazione bilaterale che continuerà anche l'indomani della Brexit, anche perché i punti di "confine" tra i due Paesi sono molti a cominciare dall'Eurotunnel dove il governo di Londra ha investito per aumentare i controlli di sicurezza tramite telecamere per evitare che venisse usato per accedere -illegalmente- nel Regno Unito.

M/A - 1218131

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl