Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Pe: interrogazione su utilizzo di fondi europei da parte di Enav SpA

Risposta di Corina Cretu

"IT E-005997/2018 Risposta di Corina Creţu a nome della Commissione europea (7/2/2019) 

Per quanto concerne il periodo 2007-2013, i progetti "Centro di controllo d'area di Brindisi – MODO S" e "ACC Brindisi – Implementazione DATA LINK VDL 2" sono stati cofinanziati e completati nel 2016. Di conseguenza, la norma sulla stabilità delle operazioni cofinanziate dai Fondi strutturali europei e dal Fondo di coesione ai sensi dell'articolo 57 del regolamento (CE) n. 1083/2006, secondo cui la partecipazione dei Fondi dovrebbe essere rimborsata in caso di modifiche sostanziali entro cinque anni dal completamento dell'operazione, non si applica se il nuovo piano industriale è attuato nel 2022. 

Per quanto riguarda il periodo 2014-2020, nel sistema di sorveglianza Enav SpA ha indicato i seguenti progetti per il centro di controllo di Brindisi:  

"Adeguamento sistemi meteo aeroportuali" – completamento previsto entro il 31/12/2019; 

"Tool Deconflicting" – completamento previsto entro il 19/7/2018; 

"VoIP" – completamento previsto entro il 30/6/2019; 

"ARTAS" – completamento previsto entro il 30/9/2019; 

"4 FLIGHT WP1" – completamento previsto entro il 31/12/2020. 

Per tali progetti, l'autorità di gestione dichiara che l'articolo 71 del regolamento (Ue) n. 1303/20131 non si applica poiché le operazioni cofinanziate non sono soggette a rilocalizzazione o modifiche sostanziali che ne alterino la natura. In base alle informazioni a disposizione della Commissione, il centro di controllo di Brindisi continuerà a operare nel settore dei servizi di controllo del traffico aereo e integrerà pienamente i sistemi tecnici esistenti e quelli in fase di attuazione nelle operazioni previste dal nuovo piano industriale. Tale piano non prevede la chiusura di siti operativi, bensì la loro trasformazione in hub innovativi". 


Sotto, il testo integrale dell'interrogazione E-005997-18:

"Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-005997-18 alla Commissione 

Articolo 130 del regolamento 

Rosa D'Amato (Efdd) 

Oggetto: utilizzo di fondi europei da parte dell'Enav SpA 

L'Enav SpA ha ottenuto finanziamenti europei pari ad oltre 5 milioni di Euro per progetti terminati nella primavera del 2016. 

Ha ottenuto inoltre anticipi di finanziamenti europei pari ad oltre 14.500.000 Euro per progetti di un importo totale di oltre 36 milioni di Euro, tuttora in corso e che termineranno tra il 30/12/2018 ed il 31/3/2021. 

Tali stanziamenti sono parte integrante del progetto teso a favorire la creazione di uno Spazio unico europeo dei trasporti, con relativa ottimizzazione della gestione del traffico aereo (Single European Sky), attraverso il programma Pon Fesr Infrastrutture e reti. 

Nel piano industriale l'Enav SpA ha pianificato lo spostamento dei servizi dell'Acc (Centro di controllo d'area) di Brindisi all'Acc di Roma, entro il 2022. 

Alla luce di quanto precede, può la Commissione comunicare: 

1) Le tempistiche di conclusione dei lavori inerenti i progetti finanziati presso il Centro di controllo di Brindisi? 

2) Se tali tempistiche siano compatibili con quanto previsto dal piano industriale dell'Enav SpA, che impone lo spostamento del Centro di controllo di Brindisi entro il 2022, laddove l'articolo 71 del regolamento n. 1303/2013 prevede il rimborso entro 5 anni dal pagamento finale al beneficiario, in caso di rilocazione dell'attività finanziata o di modifica sostanziale?".

red - 1218762

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl