Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Leonardo: convocazione assemblea azionisti e deliberazioni cda

Programmata per maggio

Il consiglio di amministrazione di Leonardo, riunitosi oggi sotto la presidenza di Gianni De Gennaro, ha deliberato di convocare l’assemblea degli azionisti in sede ordinaria per i giorni 9 e 16 maggio 2019 (rispettivamente in prima e seconda convocazione) ed in sede straordinaria per i giorni 9, 15 e 16 maggio 2019 (rispettivamente in prima, seconda e terza convocazione).

Oltre all’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018, l’assemblea sarà chiamata a deliberare in ordine all’integrazione del collegio sindacale, a seguito delle dimissioni di Riccardo Raul Bauer dalla carica di sindaco effettivo e presidente dell’organo di controllo –intervenute in data 8 novembre 2018– e del subentro in pari data nelle citate cariche, ai sensi di legge e di Statuto e sino alla prima successiva assemblea, da parte del sindaco supplente Luca Rossi. L’assemblea ordinaria sarà inoltre chiamata ad esprimersi con deliberazione non vincolante sulla prima sezione della relazione sulla remunerazione redatta ai sensi dell’art. 123-ter del Tuf, approvata dall’odierno consiglio.

Il cda ha deliberato altresì di sottoporre alla medesima assemblea, in sede straordinaria, la proposta di modifica dello statuto sociale di Leonardo volta a rendere permanente, nella composizione degli organi di amministrazione e controllo, la presenza di una quota minima di membri appartenenti al genere meno rappresentato.

Quanto sopra al fine di aderire alle nuove raccomandazioni in materia di diversità del Codice di autodisciplina (edizione luglio 2018), che invita gli emittenti a garantire in via permanente la presenza di almeno un terzo di membri del genere meno rappresentato nella composizione dei propri organi sociali, onde evitare un arretramento degli effetti positivi introdotti dalla legge n. 120 del 12 luglio 2011 al venir meno dell’obbligo normativo.

In tal modo Leonardo intende altresì aderire alle best practice in materia di governo societario al fine di elevare i propri standard di riferimento, consolidando ed ulteriormente rafforzando il proprio già riconosciuto sistema di governance.

Infine, l’odierno consiglio ha deliberato il rinnovo per ulteriori 12 mesi del programma quadro di emissioni obbligazionarie Emtn (Euro Medium Term Note), mantenendo invariato il plafond massimo complessivo di utilizzo di Euro 4 miliardi (già utilizzato complessivamente per circa Euro 2,7 miliardi nominali). Il rinnovo viene effettuato annualmente dal Gruppo Leonardo nell’ambito delle proprie attività ordinarie di gestione finanziaria. Al programma, come di consueto, sarà assegnato il rating da parte di Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch.

L’avviso di convocazione, nonché la documentazione relativa agli argomenti all’ordine del giorno dell’assemblea, verranno messi a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità di legge.

red - 1220324

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl