Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Brexit: sempre più vicino il no-deal

Bocciate ieri dalla Camera dei Comuni 4 proposte alternative all'accordo

Una nuova serie di "no" nella Camera dei Comuni ieri sera ha chiuso la strada a possibile alternative rispetto all'accordo sulla Brexit trovato da Theresa May, aumentando di fatto le possibilità che il 12 aprile si avveri il temuto scenario del "no-deal" che genererebbe molte difficoltà sia per il Regno Unito sia per l'Unione europea (Ue). Il Parlamento britannico ieri sera ha infatti bocciato le 4 opzioni presentate: lasciare il Regno Unito nell'unione doganale; l'uscita dall'Ue ma non dal mercato unico; l'indizione di un secondo referendum; affidare alla Camera dei Comuni la possibilità di revocare con un singolo voto la Brexit.

Votazioni che hanno del paradossale e che dimostrano come in realtà i partiti britannici (sia quelli principali che i minori) siano spaccati e non sappiano di preciso quale strada seguire nel futuro; anche perché paradossalmente sarebbe convenuto ratificare l'accordo raggiunto dal primo ministro Theresa May, che avrebbe garantito un'uscita ordinata dall'Unione europea. In questo modo invece, nel Consiglio europeo straordinario del 10-12 aprile difficilmente sarà concessa un'ulteriore proroga e a mezzanotte del 12 aprile probabilmente ci sarà la "hard Brexit", auspicata da gran parte dei sostenitori e dei promotori del referendum del 2017. La speranza della May è di riuscire a far votare -nuovamente- l'accordo mercoledì prossimo sfruttando anche la "minaccia" sia delle elezioni anticipate sia del "no-deal", e soprattutto quest'ultimo punto potrebbe far scendere a compromessi anche i laburisti.

M/A - 1220425

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili