Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Aeroporti di Parigi: approvata la legge per la privatizzazione

Il Parlamento francese dà via ufficialmente alla procedura

Il parlamento francese ha votato oggi la legge proposta dal governo che permetterà di iniziare una serie di privatizzazione delle società attualmente partecipate o controllate dallo Stato, tra cui quella nella società di gestione degli aeroporti di Parigi -Aéroports de Paris (AdP). L'obiettivo del ministro dell'economia e delle finanze Bruno Le Maire e del presidente Emmanuel Macron è quello di raccogliere denaro da destinare a un fondo per l'innovazione, tramite il quale sarà possibile per lo Stato francese investire in un processo di modernizzazione e di digitalizzazione delle industrie strategiche. A margine dell'aula, il ministro Le Maire ha sottolineato che "questa è una legge che aiuterà la nostra economia e ci permetterà di prepararci per il futuro".

Ovviamente il fulcro di questo processo di privatizzazione riguarda AdP, e probabilmente l'avvio per la vendita delle quote statali inizierà nel corso della prossima estate, nonostante le molte pressioni che arrivano dall'opposizione per paura che questa manovra possa portare a un taglio di posti di lavoro. Tra i contrari alla vendita delle azioni di Aéroports de Paris ci sono anche le amministrazioni locali che vorrebbero mantenere il controllo dei tre scali aerei parigini, considerati una risorsa strategica per la Francia. Sicuramente la vendita di AdP frutterà molti miliardi alle casse statali, anche perché all'attuale valore delle azioni la cessione del 50,6% varrebbe circa 9 miliardi di Euro. Un investimento importantissimo che sta però raccogliendo molti interessamenti, tra cui quello del Gruppo italiano Atlantia che mira a formare un consorzio con un'altra azienda sulla falsariga di quanto fatto per rilevare la gestione dell'aeroporto di Nizza-Costa Azzurra.

M/A - 1220750

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl