Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Alitalia (2): restituzione del prestito ponte non avrà scadenza?

Norma contenuta nella bozza del dl crescita

Dopo tre proroghe concesse al vettore aereo Alitalia per la restituzione del prestito ponte da 900 milioni di Euro (più interessi) concesso dal ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef) in seguito al commissariamento, il Governo ha deciso di abolire definitivamente la scadenza fissata per il 30 giugno 2019 con il decreto semplificazioni dello scorso dicembre. L'articolo 38 della bozza del decreto legge crescita -stando a "Il Sole 24 Ore"- prevede che il Mef possa trasformare gli interessi sul prestito in equity della "newco", ma al tempo stesso non prevede una data precisa entro la quale dovranno essere restituiti i 900 milioni allo Stato. Attualmente il dl prevede che il debito venga saldato nel corso della procedura di ripartizione dell'attivo dell'amministrazione straordinaria e nei limiti dell'attivo disponibile.

Probabilmente tutti i 900 milioni di Euro non saranno restituiti e se lo saranno accadrà in tempi lunghi perché le procedure di liquidazione di quella che diventerà la "bad company" saranno presumibilmente durature nel tempo. A dimostrazione di questo c'è il fatto che anche la precedente Alitalia-Lai -poi rilevata da Alitalia-Cai- ricevette un prestito ponte da 300 milioni di Euro nel maggio 2008, soldi che non sono mai stati restituiti allo Stato italiano. Da vedere se dovesse essere confermata la norma contenuta nella bozza del dl crescita quale sarà la reazione della Commissione europea che sta effettuando un'inchiesta per presunti aiuti di Stato ad Alitalia.

M/A - 1220988

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili