Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Alitalia (3). Di Maio e i suoi flop

Che c'è di vero sulle trattative di Toto col Governo?

L'ipotizzato ingresso di Riccardo Toto nell'azionariato di Alitalia (vedi AVIONEWS) è l'ultimo dei coup de théâtre nella telenovela del vettore aereo. La notizia è da prendere con le molle anche in considerazione delle numerose voci rivelatesi infondate che negli ultimi mesi hanno accompagnato il "dossier Az". Ma se dovesse essere confermata sarebbe l'apoteosi del "nuovo che avanza".

Il motivo principale sta nel fatto che la famiglia Toto -tramite Carlo Toto, padre di Riccardo- è stata proprietaria di Air One che venne incorporata nel 2008 nell'Alitalia dei "capitani coraggiosi", i quali si fecero carico degli aerei Airbus prendendoli in leasing dallo stesso Toto ad un prezzo maggiore rispetto a quelli del mercato. La compagnia costò alle casse di Alitalia 454 milioni di Euro più l'accollo dei debiti finanziari pregressi che, pare, erano di 600 milioni di Euro.

Non solo Air One però, perché Riccardo Toto ha una storia anche nell'ex-Livingston che, finita in procedura concorsuale, gli venne assegnata dall'allora commissario straordinario Daniele Discepolo, che oggi fa parte della triade commissariale di Alitalia.

Proprio Riccardo Toto per il ministro dello Sviluppo economico (Mise) Luigi Di Maio sarebbe il "cavaliere bianco" che dovrebbe salvare l'ormai agonizzante ex-compagnia aerea di bandiera. Il Gruppo della famiglia Toto, tramite alcune sue controllate irlandesi, ha ancora oggi diversi contenziosi aperti con Alitalia per circa 150 milioni di Euro di danni stimati dal commissario Enrico Laghi. Ma non solo, perché la stessa Holding dei Toto, insieme ad Alitalia Cai, ha contenziosi aperti con il fisco per alcune operazioni estere delle società irlandesi -proprietarie degli aerei-, le quali confluirono in seguito nella compagnia. Un fatto, questo, riscontrabile dalle relazioni dei commissari e degli stessi amministratori che si sono succeduti in Alitalia.

Se fosse vero che Di Maio sta trattando con Riccardo Toto sarebbe bene che spiegasse, anche, come ciò può essere compatibile con la legge in vigore sull'amministrazione straordinaria. Possiamo immaginare che presto ci troveremo davanti all'ennesimo flop dell'esponente di spicco del Governo e del Movimento 5 Stelle sulla vicenda Alitalia.

red - 1221149

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl