Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Monitoraggio Regione Lazio con aerei droni

La prima attività dimostrativa a fine giugno nella zona costiera di Anzio -VIDEO

Le aree a rischio del Lazio saranno presto monitorate da aerei droni. È questo l’obiettivo del nuovo progetto “Utilizzo sperimentale di sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (Sapr) per il monitoraggio e la tutela del territorio della Regione Lazio", che sarà realizzato sulla base del protocollo stipulato nei giorni scorsi tra il Consiglio regionale del Lazio e la società specializzata romana U-Avitalia. In pratica, tramite il volo di un drone dotato di sofisticati sensori, saranno acquisiti dati ed immagini di alcune aree a rischio del territorio regionale. Per quanto riguarda le zone a rischio sismico, è prevista la rilevazione termica, la mappatura e la classificazione dello stato di conservazione delle coperture in amianto. In programma anche la rilevazione ed il monitoraggio di fenomeni franosi e di rischio idraulico, oltre alla rilevazione ed al monitoraggio dello stato di tratti della costa del territorio regionale ad elevato rischio erosione. 

Il protocollo d’intesa, che non prevede oneri finanziari per la Regione, è stato sottoscritto da Sergio Pirozzi, presidente della XII Commissione, e dal presidente di U-Avitalia, Donatello Gianni. La prima campagna di voli interesserà la zona costiera di Anzio (vicino Roma) ed sarà avviata entro la fine di giugno. Queste attività di monitoraggio con droni rientrano nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla tutela del territorio e la mappatura del rischio approvata dalla XII Commissione del Consiglio regionale del Lazio.

I voli di rilevamento saranno effettuati utilizzando un “senseFly eBee”, drone ad ala fissa per rilievi aerofotogrammetrici, pesante solo 700 grammi, con quasi 45 minuti di autonomia e gran resistenza al vento, capace di effettuare rilievi fino a 1000 ettari in un singolo volo. Questo drone è dotato di una camera fotografica da 22MP, in grado di riprendere immagini con una risoluzione a terra fino a 3 cm per pixel, utilizzabili per il monitoraggio del territorio e delle coste e per la mappatura delle coperture in fibrocemento contenenti amianto.

Sotto, il video relativo al suo funzionamento:


red - 1222474

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili