Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Russia chiede ad Usa moratoria spiegamento di missili

Il portavoce Zakharova: gli Usa dimostrino interesse per la sicurezza globale

Il portavoce e direttore del dipartimento informazione e stampa del ministero degli affari esteri della Federazione russa Maria Vladimirovna Zakharova, oggi 9 agosto, durante il forum della gioventù "Terra Scientia" che si tiene annualmente vicino il fiume Klyazma, ha affermato: "Mosca chiede ancora una volta agli Stati Uniti ed ai suoi alleati di aderire all'iniziativa per portare avanti una moratoria sullo spiegamento di missili a raggio intermedio ed a corto raggio che aumenterebbe la prevedibilità negli affari militari e politici. Chiediamo ancora una volta a Washington ed ai suoi alleati di mostrare un atteggiamento responsabile. Un simile passo mostrerebbe all'intera comunità internazionale che la sicurezza globale è un tema che sta a cuore agli Stati Uniti".

Il trattato Inf, firmato dall'Unione sovietica e dagli Stati Uniti l'8 dicembre 1987, entrò in vigore il 1° giugno 1988. Si applicava ai missili terrestri a raggio intermedio dispiegati e non dispiegati di portata intermedia (1000-5000 chilometri) e più brevi autonomia (500-1000 chilometri). Washington ha ripetutamente accusato la Russia di aver violato l'accordo, ma Mosca ha respinto con veemenza tutte le accuse e, a sua volta, ha espresso rimostranze per l'inadempienza di Washington.

La Russia è uscita dunque dall'accordo a luglio (vedi AVIONEWS) ed il 2 agosto anche gli Stati Uniti si sono ritirati dall'Inf (vedi AVIONEWS): tutto questo aumenterebbe i rischi di una minaccia nucleare.

RC3 - 1223680

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl