Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Iran: entro il 6 settembre violazione del patto nucleare

Ribadita l'intenzione qualora non si trovasse accordo per Teheran

Oggi 2 settembre il ministro degli esteri Mohammad Javad Zarif in una conferenza-stampa congiunta con il suo omologo russo Sergej Viktorovič Lavrov a Mosca, ha nuovamente ribadito l'intenzione di ridurre ulteriormente i suoi impegni riguardanti l'accordo nucleare del 2015 qualora i Paesi europei non riuscissero a proteggere l'economia di Teheran dalle sanzioni introdotte dagli Stati Uniti (vedi AVIONEWS). L'Iran ha dichiarato che violerà il patto entro il 6 settembre intraprendendo azioni non consentite come l'arricchimento del 20% dell'uranio, uno dei passaggi necessari per ottenere un materiale fissile che sia adatto a scopi nucleari.

Due funzionari iraniani ed un diplomatico avrebbero comunicato all'agenzia "Reuters" che l'Iran potrebbe potenzialmente esportare da un minimo di 700.000 a 1,5 milioni di barili al giorno del suo petrolio ma le vendite dell'oro nero sono crollate a causa delle penalità Usa, che rendono anche difficile ricevere pagamenti attraverso le banche di altri Paesi.

RC3 - 1224023

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili