Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Enac su ampliamento aeroporto di Genova: firmato contratto di affidamento studio

Per un importo di 288.000 Euro; i lavori propedeutici partiranno entro fine anno -ALLEGATO

Sarò uno studio di architettura milanese a realizzare il progetto definitivo dell’ampliamento del terminal dell’aeroporto di Genova. L’intervento consisterà nella revisione e nell’adeguamento del progetto originale, approvato da Enac (Ente nazionale aviazione civile) nel 2011, e nella progettazione definitiva del nuovo impianto di smistamento bagagli. Entro 60 giorni da oggi lo studio milanese consegnerà il progetto definitivo, consentendo così l’avvio dei lavori propedeutici, che prenderanno il via entro la fine dell’anno con l’adeguamento dei sottoservizi nell’area interessata dall’ampliamento.

L’importo del contratto di progettazione è di 288.000 Euro, mentre la spesa complessiva per la realizzazione dell’opera sarà di circa 16 milioni. L’intervento relativo al terminal passeggeri prevede la realizzazione di un nuovo fabbricato di circa 5500 metri quadri, su tre livelli, ed il restyling dell’edificio esistente, con particolare riferimento all’area accettazione e imbarchi. Il progetto comprende anche la predisposizione di un nuovo impianto di smistamento bagagli, realizzato con la consulenza di Airport Development Engineering & Trading SA (AD-ET), e la preventiva predisposizione dei sottoservizi. L’ampliamento dovrà essere completato entro 36 mesi e consentirà di offrire ai passeggeri in partenza dal “Cristoforo Colombo” un’esperienza completamente rinnovata, grazie al raddoppio dei varchi dei controlli di sicurezza ed all’apertura di nuove zone commerciali e di ristorazione.

L’intervento di ampliamento del terminal passeggeri sarà realizzato da One Works uno dei principali studi di architettura italiani con profilo internazionale e con una particolare specializzazione nella progettazione delle infrastrutture di trasporto e dei nodi intermodali. Per rispondere ai bisogni dell’aeroporto di Genova ed in forza della propria esperienza realizzerà un primo ampliamento e ristrutturazione nel rispetto dei più elevati standard internazionali. L’obiettivo è risolvere l’esigenza di aumentare la capacità dell’aerostazione rispetto al traffico-passeggeri atteso, adeguando nel contempo il terminal dal punto di vista funzionale e qualitativo.

Il corpo di ampliamento, che verrà realizzato ad est dell’attuale aerostazione, esprimerà il nuovo carattere identitario del terminal passeggeri garantendo al tempo stesso l’integrazione architettonica con i volumi esistenti. Il progetto si concentrerà nella definizione dell’involucro esterno, tenendo conto della specificità del sito in cui è inserito quanto degli spazi interni, prevedendo la riqualificazione degli ambienti del terminal esistente. Tutti i passeggeri in partenza potranno muoversi facilmente dall’edificio esistente al nuovo passando attraverso la nuova area dei controlli di sicurezza e da qui raggiungeranno la nuova sala imbarchi. 

Il nuovo volume sarà caratterizzato da geometrie razionali e da ampie superfici vetrate che consentiranno di illuminare di luce naturale gli spazi interni migliorandone la vivibilità e, al contempo, incrementando il livello di comfort del passeggero. Inoltre, coerentemente con il costante lavoro di approfondimento dei temi di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica da parte dello studio, verranno scelti materiali di rivestimento e finiture architettoniche ad alto contenuto di materiale riciclato e con elevate prestazioni tecniche.

La firma del contratto è avvenuta questa mattina presso la sede dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale, co-titolare dell’affidamento insieme all’aeroporto di Genova. Il piano di ampliamento del “Cristoforo Colombo” rientra infatti tra gli investimenti previsti dal Programma straordinario adottato dal commissario per la ricostruzione a seguito della sottoscrizione della Convenzione avvenuta lo scorso luglio tra il commissario straordinario per la ricostruzione, l’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale, l’Ente nazionale per l’aviazione civile ed Aeroporto di Genova SpA.

Alla firma del documento erano presenti l’assessore alla Mobilità del Comune di Genova, Matteo Campora, il presidente dell’Autorità portuale del Mar Ligure occidentale, Paolo Emilio Signorini, il responsabile per l’attuazione del “Programma straordinario di investimenti urgenti”, Marco Rettighieri, il direttore della Centrale di vigilanza tecnica dell’Ente nazionale per l’aviazione civile, Roberto Vergari, il presidente ed il direttore generale dell’aeroporto di Genova, Paolo Odone e Piero Righi, ed il co-fondatore e manager di One Works Giulio De Carli.

"In questo momento di impegno congiunto per il rilancio della città, la struttura tecnica dell’Enac sta profondendo ogni sforzo per contribuire allo sviluppo dell’Aeroporto di Genova e di tutto il territorio ligure. -ha dichiarato Roberto Vergari, direttore della Centrale di vigilanza tecnica dell’Ente nazionale per l’aviazione civile- Dopo l’approvazione da parte di Enac in giugno del progetto di collegamento fra la nuova stazione ferroviaria e l'aeroporto 'Cristoforo Colombo' di Genova, la revisione del progetto del Terminal è l’ulteriore tassello che consentirà di migliorare i livelli di servizio, il comfort e, in generare, la qualità della mobilità del passeggero in transito per lo scalo genovese. La struttura competente dell’Enac ha già calendarizzato i primi incontri finalizzati alla definizione dei driver per la revisione del progetto ed avviato con l’Aeroporto di Genova l’istruttoria per il rinnovo del Contratto di Programma per il periodo regolatorio 2020-2023, grazie al quale verrà garantita la vigilanza ed il controllo sugli investimenti infrastrutturali".

Allegata a questa AVIONEWS la versione integrale della presentazione relativa all’ampliamento, che include cronoprogramma ed investimenti (17 pagine). 

Allegati
red - 1224200

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl