Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Matteo Salvini: 35 voli con aerei ed elicotteri dello Stato

Procedimento archiviato: illegittimo, ma no danno erariale

Matteo Salvini, ex-ministro dell’Interno, usufruì di 35 voli di Stato con aerei ed elicotteri della Polizia e dei Vigili del fuoco, ma secondo la norma vigente in Italia tali mezzi sono limitati esclusivamente al presidente della Repubblica, ai presidenti di Camera e Senato, al presidente del Consiglio dei ministri ed al presidente della Corte costituzionale. I giudici contabili nei mesi scorsi avevano avviato un fascicolo esplorativo per verificare se vi fosse stato uno spreco di risorse pubbliche legato ad un uso improprio degli aeromobili. Nel decreto si afferma che è stato "appurato, effettivamente, che a partire dal primo giugno 2018 risultano effettuati, per trasferimenti in ambito nazionale del ministro dell'Interno e di altro personale al seguito (scorta, capo segreteria, capo ufficio stampa), 20 voli con velivolo Piaggio P-180 e 14 con elicotteri nonché un volo con aereo in dotazione al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco". 

L'11 settembre i giudici hanno considerato "illegittima la scelta di consentire l'uso dei menzionati aeromobili per la finalità di trasporto aereo del ministro e del personale al seguito" ma il procedimento è stato archiviato perché i giudici hanno escluso il danno erariale considerando che “i costi sostenuti non appaiono essere palesemente superiori a quelli che l'amministrazione dell'Interno avrebbe sostenuto per il legittimo utilizzo di voli di linea”.

Ora tocca alla Procura ordinaria verificare eventuali profili penali a carico dell'ex-ministro.

RC3 - 1224267

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl