Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Giappone: per il tifone incessante il lavoro degli elicotteri

Il bilancio dei morti raggiunge le 56 persone, chiusi gli aeroporti - VIDEO

In Giappone il violento tifone "Hagibis" ha causato la morte di 56 persone, 15 dispersi e quasi 200 feriti ed il bilancio sembrerebbe destinato ancora a crescere. Dichiarato lo stato di emergenza, sono migliaia le strutture e le abitazioni prive di corrente elettrica con l'acqua che ha raggiunto i primi piani dei palazzi. Secondo i media locali si tratterebbe del tifone più aggressivo degli ultimi 60 anni. In numerose zone del Paese, dalla capitale Tokyo alle prefetture, si sono verificati gli straripamenti di almeno nove fiumi da domenica a causa delle piogge torrenziali ed in alcuni casi le persone sono state costrette a cercare rifugio sui tetti per poi essere soccorse dagli elicotteri. 

Il ciclone ha causato la cancellazione dei collegamenti aerei da e per gli aeroporti Haneda e Narita di Tokyo.  "Hagibis" è il diciannovesimo tifone dall'inizio del 2019, classificato alla quinta potenza (massima) e definito il più pericoloso: ha superato anche "Faxai", arrivato in Giappone a settembre causando la morte di due persone allagamenti e black-out elettrici (vedi AVIONEWS).

Sotto, un video sulle devastazioni di "Hagibis" e sui soccorsi in elicottero:

RC3 - 1225001

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili