Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Alitalia, Senato (2): Astenuta Forza Italia e Lega, favorevoli PD e M5S

Senatrice Lupo (M5S): "La compagnia deve continuare a volare in alto"

Continua la votazione al Senato del ddl n. 1665 conversione in legge, con modificazioni, del dl 2 dicembre 2019, n. 137, recante misure urgenti per assicurare la continuità del servizio svolto da Alitalia -Società aerea italiana SpA ed Alitalia Cityliner SpA in amministrazione straordinaria (vedi AVIONEWS).

Si è astenuta Forza Italia. Massimo Mallegni ha acceso la luce sull'importanza dell'intermodalità e la possibilità di effettuare attività di comarketing con le altre compagnie.

"Convintamente favorevole" il voto del Partito Democratico, rappresentato da Vincenzo D'Arienzo, il quale ha ricordato che "Il prestito non è in discontinuità rispetto al passato. Il Paese non può mancare la possibilità un collegamento con il mondo. L'impegno che l'Italia deve affrontare non può finire qui nella speranza che si trovi questo partner industriale per permettere il rilancio dell'aviolinea e possa crescere la connessione con altri scali. Anche il senatore del Pd ha ribadito l'importanza dell'intermodalità". 

Luca Brizianelli (Lega) ha portato avanti una accesa polemica: "Non sono qui in Aula i ministri De Micheli, Patuanelli ed il ministro Speranza. British Airways blocca i voli e noi agli addetti diamo una mascherina del supermercato. Lo scandalo non è richiedere un nuovo prestito-ponte. Ho ascoltato tutte le audizioni che sono state tante, ma le informazioni poche. Possiamo astenerci dal voto, ma non dal dire quello che pensiamo". 

Favorevole Giulia Lupo (M5S), oggetto in passato di diverse polemiche per un presunto accordo con Lufthansa (vedi AVIONEWS), ha fatto presente la necessità di avviare una rigida strategia di controllo dei costi, un modello di business efficiente ed ha sottolineato che nessun altro in Europa ha abbandonato i suoi vettori aerei. "Parlare di esuberi senza un piano industriale è cabala. Non si può continuare a parlare di privilegi. Un pilota rischia 900 Euro di pensione, a differenza della dirigenza. Alitalia deve continuare a volare in alto" ha concluso.

RC3 - 1227396

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili