Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Usa: aumento dazi al 15% per aerei Airbus, soffre anche Leonardo

"Una decisione che crea instabilità anche per le industrie italiane lo afferma Mediobanca Securities"

Gli Stati Uniti aumenteranno i dazi dal 10% al 15% sugli aerei Airbus. L'azienda di produzione di Tolosa ha accolto la novità con "grande dispiacere" ed ha dichiarato: "questa decisione, infatti dell'Ustr (United States Trade Representative, rappresentante per il commercio degli Stati Uniti d'America, NdR) crea maggiore instabilità per le compagnie aeree statunitensi che già soffrono di una carenza di aeromobili ed ignora le numerose dichiarazioni presentate dai vettori americani, sottolineando il fatto che loro, alla fine dovranno pagare queste tariffe. Airbus porterà avanti le sue discussioni con i suoi clienti statunitensi, lavorerà con loro per mitigare il più possibile gli effetti delle tariffe e continuerà a spingere per una soluzione negoziata a questa disputa di 15 anni. L'ulteriore escalation di Ustr complica gli sforzi per trovare un risultato negoziato per questa controversia e questo è deplorevole. Airbus spera che Ustr cambi la propria posizione specialmente quanto il Wto (World Trade Organization, Organizzazione mondiale del commercio) autorizzerà l'Unione europea ad imporre tariffe sugli aerei Boeing, inclusi il 737 Max, 787 e 777 nel periodo maggio-giugno". Mediobanca Securities ricorda comunque che Leonardo è anche fornitore di Boeing e che quindi potenzialmente nuove commesse con il gruppo Usa potrebbero ridurre gli effetti sul conto economico del caso Airbus.

RC3 - 1227817

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Simili