Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Regno Unito: "K2-18b", confermato che è un esopianeta vivibile?

I calcoli dimostrerebbero che le condizioni rendono possibile la vita

Secondo una notizia comparsa su "Ria", sarebbe stato confermato che "K2-18b" è un esopianeta vivibile (vedi AVIONEWS). Gli scienziati hanno analizzato la struttura e la composizione e sono giunti alla conclusione che il pianeta può avere tutte le condizioni per l'esistenza della vita terrestre. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista "Astrophysical Journal Letters". Fu individuato nel 2015, nell'orbita della nana rossa "K2-18", posizionato nella costellazione del Leone ad una distanza di circa 124 anni luce dalla Terra. Dalle misurazioni risulta avere un raggio 2,6 volte più grande del nostro pianeta ed una massa 8,6 volte superiore. Nel 2019 i risultati dell'analisi dei dati dei telescopi spaziali "Kepler", "Spitzer" e "Hubble" hanno mostrato che nell'atmosfera di "K2-18b" è presente una quantità significativa di vapore acqueo. Adesso alcuni scienziati dell'università di Cambridge, attraverso analisi approfondite avrebbero confermato che la presenza di acqua, la temperatura e la composizione dell'atmosfera arricchita con idrogeno ed azoto potrebbero creare le condizioni giuste per consentire la vita.

RC3 - 1228133

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili