Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Domattina manifestazione al T3 di Fiumicino

"Quale futuro per il trasporto aereo?" organizzata dai sindacati

Le segreterie regionali/provinciali trasporto aereo Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl TA hanno organizzato una manifestazione dal titolo "Quale futuro per il trasporto aereo?" che si svolgerà domani mercoledì 8 luglio dalle ore 10:30 alle 12:30 al Terminal 3 dell'aeroporto di Roma-Fiumicino.

L’emergenza sanitaria si è abbattuta violentemente sul settore del trasporto aereo producendo effetti devastanti sul mercato di riferimento causati da una riduzione complessiva dei volumi di traffico che ha toccato punte del 90% sull’intero sistema europeo. In Italia, la percentuale dei movimenti giornalieri sugli aeroporti, in particolare modo negli scali di Fiumicino e Ciampino, si è attestata su un valore di riduzione superiore al 90%.

Le organizzazioni sindacali hanno manifestato la propria preoccupazione a tutti i livelli, attraverso l’attivazione di immediate interlocuzioni con tutti i soggetti ufficialmente deputati, comunicati stampa e lettere alle istituzioni.

Il settore continua a vivere un gravissimo stato di incertezza dovuto all’assenza di misure necessarie a sostenere tutte le realtà lavorative ed aziendali che vi operano, con i lavoratori e le lavoratrici in cassa integrazione in attesa di conoscere il proprio futuro lavorativo e la platea di lavoratori e lavoratrici con contratto a tempo determinato e stagionali che rischiano di essere polverizzati da questa pandemia.

Servono azioni mirate per far ripartire il mercato, tutelando le professionalità esistenti, difendendo un’occupazione stabile ed il diritto ad un lavoro dignitoso ed equamente retribuito. Servono interventi che permettano di consolidare i provvedimenti contenuti nel “Decreto rilancio” e nuove misure per sostenere lo sviluppo del settore, di Alitalia, delle società di erogazione di servizi alle compagnie aeree, per i gestori aeroportuali, per le società di manutenzione e per l’intero sistema dell’indotto.

Pagare la cassa integrazione e sostenere dignitosamente i lavoratori è la priorità. Difendere il lavoro, rimettere in moto l’economia ed il turismo nel Paese è ciò che serve.

red - 1230551

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl
Collegate
Simili