Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

La crisi dei viaggi aerei d'affari: 34 fallimenti nel 2020

Le compagnie in difficoltà sono davvero numerose

Gli affari sono affari, ma i viaggi aerei per portarli a termine sono ormai impossibili. La situazione allarmante è emersa dall'esame approfondito da parte di diversi analisti economici, secondo cui la crisi del turismo è strettamente legata a quella degli spostamenti per motivi affaristici. Le rotte che hanno risentito maggiormente di tutta questa situazione sono quelle che collegano l’Europa e la Cina, di solito in grado di garantire una buona fetta di guadagni alle compagnie aeree.

Nel 2020 sono stati 34 i fallimenti dei vettori specializzati in viaggi di questo tipo, un numero impressionante se confrontato con quello dell’anno precedente (19). I nomi tra gli altri sono quelli di Flybe, SunExpress Deutschland, Miami Air ed OpenSkies, senza dimenticare la richiesta di protezione dal fallimento da parte di Virgin Atlantic (vedi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS) che ha spiazzato anche gli analisti più ottimisti. Ci si può in parte “consolare” guardando cosa accadeva nel 2008, in concomitanza con la grave crisi economica mondiale: dodici anni fa le compagnie aeree di questo tipo che dichiararono fallimento furono ben 63, una magra consolazione se si pensa agli scenari futuri.

sr - 1231237

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili