Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Difesa. Usa approvano vendita missili a Taiwan

Washington teme un attacco della Cina

Nel corso della giornata di ieri, mercoledì 21 ottobre 2020, l’amministrazione Trump ha ufficializzato la vendita di missili aria-terra per un totale di un miliardo di dollari a Taiwan. Secondo quanto riferito dal dipartimento di Stato, Washington ha accettato la cessione di 135 missili AGM-84H/K SLAM-ER di precisione, oltre alle relative apparecchiature. Non è difficile immaginarne l’impiego, visto che da mesi ormai i rapporti fra Taipei e la Cina sono tesissimi (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS) e la Nazione insulare ha fatto sapere di voler rafforzare le proprie difese contro la minaccia di Pechino. Non si tratta dell’unica operazione commerciale di questo tipo che ha visto coinvolti Stati Uniti e Taiwan nelle ultime ore; si è scelto infatti di vendere al Paese asiatico anche 6 Ms-110 per la ricognizione aerea e 11 lanciarazzi leggeri M142, per un totale molto vicino ai 2 miliardi di dollari. 

La scorsa settimana sono aumentate le preoccupazioni per la situazione geopolitica. La Cina ha diffuso un video in cui si poteva notare un’esercitazione militare in piena regola con l’invasione simulata di un territorio non molto diverso da Taiwan (vedi AVIONEWS). Le intenzioni di Washington sembrano chiare, la Repubblica di Cina deve migliorare i suoi armamenti in qualsiasi caso, che si tratti di atterraggio anfibio o attacco missilistico, una “intromissione” che Pechino non ha mai mostrato di gradire.

Sr - 1232782

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili