Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

La Russia sperimenta nuovo sistema missilistico Abm

Con successo. Ne ha parlato in queste ore il ministero della difesa

Anti-ballistic missile: significa proprio questo la sigla Abm, utilizzata anche per il nuovo sistema russo di difesa contro i missili balistici, sperimentato con successo nel corso della giornata di ieri, mercoledì 28 ottobre 2020, da Mosca (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Secondo quanto riferito dal ministero locale della difesa, le forze armate russe hanno portato a termine il test in un campo di prova in Kazakistan, per la precisione a Sary-Shagan. Il lancio ha riguardato uno dei nuovi missili del sistema Abm, un razzo intercettore che ha confermato quelle che erano le caratteristiche ricercate dalla Russia per questo tipo di difesa militare. 

Allo stesso tempo, il dicastero ha confermato i tre lanci di prova del missile ipersonico Tsirkon dopo quello ritenuto soddisfacente dei giorni scorsi (vedi AVIONEWS) entro la fine di quest’anno. Un precedente interessante per quel che riguarda i missili intercettori è quello del luglio del 2019; un anno e mezzo fa, Mosca annunciò infatti il lancio di un razzo del genere sempre in Kazakistan, un esperimento condotto con successo allorché il bersaglio fu colpito dopo aver impostato precedentemente la traiettoria e la precisione richieste. Con questo sistema la Russia punta a difendere la Nazione da eventuali attacchi aerospaziali di un potenziale nemico.

Sr - 1232947

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili