Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Air France, a rischio oltre 6 mila posti di lavoro

Nel 2020 ci sono state perdite per 3,6 miliardi di Euro

Non c’è davvero pace per i vettori aerei, soprattutto quelli europei. Un caso emblematico è quello di Air France (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS), compagnia su cui si è concentrata l’attenzione nelle ultime ore dei media transalpini. La scorsa estate era stata ipotizzata la possibilità di oltre 6 mila licenziamenti, un piano di riduzione del personale che è già entrato nel vivo in autunno. Pochi mesi fa, infatti, ci sono stati 368 piloti ed oltre mille tra hostess e steward che hanno lasciato volontariamente l’aviolinea francese, un “licenziamento senza licenziamento” come lo chiama da qualche tempo la stampa del posto. Fino al 2022, inoltre, ci saranno altre dimissioni e pensionamenti anticipate, senza dimenticare il personale di terra. In questo caso la situazione è ancora più preoccupante, visto 3655 dipendenti sono destinati a tornare a casa. Le perdite economiche non aiutano a ragionare in maniera più positiva, tanto è vero che nel 2020 Air France ha perso 3,6 miliardi di Euro e nell’anno appena cominciato dovrebbe perderne altri 2 miliardi. Per tamponare questa “emorragia” è stata istituita l’Apid, l’attività parziale a lungo termine che consente di mantenere i lavoratori e consentire loro di svolgere la professione per almeno il 60% dell’orario previsto per non più di due anni. 

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1234376

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili