Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporto di Catania, Uil: "Niente privatizzazione senza confronto"

Il sindacato ha commentato il progetto di Sac

Enza Meli e Salvo Bonaventura, segretari rispettivamente di Uil e Uil Trasporti Catania-Siracusa-Ragusa, hanno commentato la possibile privatizzazione dell’aeroporto di Catania-Fontanarossa “Vincenzo Bellini” (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS). Secondo le sigle sindacali, la pandemia da coronavirus ha fatto crollare il traffico dei passeggeri in questo scalo (-64% per la precisione), un dato negativo che non ha impedito alla società di gestione Sac di rilanciare il progetto della privatizzazione con tanto di investimenti strutturali. Meli e Bonaventura hanno però ricordato come siano i dipendenti le vere risorse dell’aeroporto siciliano. Ecco perché non verranno accettati tagli dello stipendio e nuove misure di flessibilità, per non parlare delle eventuali esternalizzazioni. Lo stesso discorso vale per la qualità dei servizi che non deve essere ridotta in alcun modo. Per tutti questi motivi Uil ha chiesto un confronto permanente per una necessaria e proficua interlocuzione. I segretari sono convinti del fatto che in questa maniera sarà possibile pronunciarsi sulla validità e sui vantaggi dell’operazione, dato che si tratta pur sempre di una scelta impegnativa. I sindacati hanno poi aggiunto: “Questa scelta non può essere fatta senza la più ampia partecipazione e condivisione di tutti i soggetti coinvolti”. Nel dettaglio, i passeggeri nazionali di Catania sono stati 2.686.189, contro i 6.436.828 del 2019 (-58,2%): di questi, 1.346.108 in partenza e 1.340.081 in arrivo.

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1234410

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili