Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Perdite pesanti nel 2020 per aeroporto di Heathrow

C'è fiducia per una ripresa nei prossimi mesi

Il 2020 è stato un anno nero per l’aeroporto londinese di Heathrow, non esistono sfumature di “colore” (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Lo scalo britannico ha registrato numeri a dir poco preoccupanti ed ancora una volta, come sta accadendo nell’aviazione civile internazionale, c’è stato lo zampino della pandemia da coronavirus. Lo scorso anno, l’hub inglese ha perso oltre 2 miliardi di sterline, vale a dire 2,3 miliardi di Euro. Le cifre diffuse nelle ultime ore dai media locali non lasciano spazio a dubbi, bisogna fare i conti con risultati negativi, con un recupero altrettanto complicato. Nel 2019 le cose erano andate in modo completamente opposto, visto che Heathrow aveva registrato un utile netto pari a 546 milioni di sterline. Molto è dipeso dal crollo della domanda dei passeggeri: nel 2020 sono stati circa 22 milioni, mentre un anno prima era stata sfiorata quota 81 milioni. Il calo è quindi quantificabile in 72,7 punti percentuali. Secondo John Holland-Kaye, amministratore delegato dello scalo londinese, si è trattato di uno degli anni più impegnativi in assoluto, nonostante non manchi l’orgoglio da parte dello stesso manager per le misure introdotte per favorire la sicurezza e le aperture garantire per gestire rifornimenti fondamentali in questo periodo storico. C’è un minimo di fiducia per la ripresa nel corso del 2021, con il Regno Unito destinato a diventare il primo Paese al mondo a riaprire i collegamenti aerei. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1235063

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili