Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Sindacati alzano la voce su proroga cig Air Italy

Il 14 aprile ci sarà la manifestazione a Roma

I sindacati hanno alzato la voce nel corso della giornata odierna, giovedì 8 aprile 2021, sulla questione del vettore aereo Air Italy (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). I dipendenti dell’ex Meridiana sono pronti a scendere in piazza a Roma il prossimo 14 aprile, visto che la compagnia non sembra disposta ad ufficializzare la proroga della cassa integrazione per questi lavoratori. L’auspicio delle sigle sindacali è che il Governo, la Regione Sardegna e la Regione Lombardia intervengano quanto prima. Nell’incontro con i vertici dell’aviolinea, è emerso come gli ultimi due aerei B-737 Max non faranno parte della flotta, un ridimensionamento che sarà perfezionato entro la prossima estate. In aggiunta, si è deciso di cancellare il certificato di operatore aereo. Marco Bardini, segretario regionale di Anpav (Associazione Nazionale Professionale Assistenti di Volo), ha sottolineato come non si possa accettare che 1.350 famiglie siano prive del sostegno al reddito per l’indisponibilità dei manager. Un incontro urgente in tal senso è stato chiesto con Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico. Secondo Gianluca Langiu (Fit-Cisl Gallura), il trasporto aereo attuale non offre grandi prospettive per i dipendenti di Air Italy, dunque la cassa integrazione in deroga deve essere assolutamente valutata. Per Elisabetta Manca (Uiltrasporti Nord Sardegna) si devono garantire questi redditi per lo meno fino al 30 giugno. Infine, Sergio Prontu (Filt-Cgil Gallura), ha chiesto che la cig in deroga sia fatta partire per poi durare almeno fino al prossimo 31 dicembre. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235978

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Collegate
Simili