Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Interventi urgenti su Malpensa

Richiesta arriva dalle Associazioni agenti aerei merci e spedizionieri

Una settimana fa è stato sommerso da un allagamento dovuto al maltempo. Adesso l'aeroporto di Malpensa viene sommerso da critiche e proteste. "Dopo la bomba d’acqua che si è abbattuta su Malpensa, con gravi conseguenze sull’operatività dell’aeroporto, Anama ed Alsea desiderano porre nuovamente l’attenzione sulla manutenzione della cargo city di Malpensa. Interventi ad uffici, spazi comuni, magazzini, piazzale e dotazioni non possono più essere posticipati e sono necessari e indispensabili per la funzionalità dell’aeroporto".

Sono queste le parole con cui le associazioni di categoria Anama (Associazione nazionale agenti merci aeree) ed Alsea (Associazione lombarda spedizionieri ed autotrasportatori) si sono rivolti al gestore aeroportuale degli scali milanesi per chiedere interventi mirati. Interventi adatti a non creare altri stop operativi a causa di condizioni meteorologiche avverse che mettono a dura prove le strutture, soprattutto i magazzini, della cargo city, quelli nei quali, una settimana fa, i pompieri hanno evacuato 20 persone con i gommoni da rafting.

Per questo i presidenti di Anama, Alessandro Albertini e di Alsea, Betty Schiavoni, chiedono a Sea Milan Airports di "non aspettare l’approvazione del Masterplan 2035, ma di prevedere con urgenza un piano di interventi di manutenzione da realizzarsi il prima possibile, per preservare la centralità di Malpensa come primo scalo cargo italiano. In un futuro prossimo, nel quale è prevedibile che tali fenomeni climatici violenti siano sempre più frequenti -prosegue la nota di Alsea ed Anama- è indispensabile tutelare l’operatività del cluster aeroportuale e la sicurezza di chi ci lavora".

fc - 1239165

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili