Non riceve alcun finanziamento pubblico
Direttore responsabile:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

"Aerospace and Defense Meetings". Piemonte si conferma riferimento settore

Un comparto strategico ed in forte crescita

L’industria aerospaziale italiana può contare su 17 miliardi di entrate, impiega 230 mila persone, investe 1,25 miliardi in ricerca e sviluppo. In Piemonte sono oltre 350 le imprese dell’aerospazio, che occupano 20 mila addetti ed i ricavi ammontano a 6 miliardi di Euro. Sono alcuni dei dati emersi da "Aerospace & Defense Meetings" (Torino, 30 novembre – 2 dicembre), unico evento internazionale in Italia dedicato all’aerospazio, in cui 1635 partecipanti provenienti da 30 Paesi, in rappresentanza di 625 imprese hanno partecipato a 8000 incontri b2b, di cui 6200 in presenza e 1300 on-line.

La biennale torinese dell’aerospazio si conferma quindi una delle più prestigiose piazze europee per visibilità e accordi internazionali di business, polo di attrazione per multinazionali, PMI, start-up in cerca di collaborazioni, nuovi progetti e partnership internazionali. Presenti tutti i big player dell’aerospazio, a partire da Leonardo, industrial supporter, che per la prima volta ha lanciato a Torino un premio che riconosce l’eccellenza dei suoi fornitori. Si tratta dei “Leonardo Supplier Awards”, la premiazione di circa 20 piccole medie aziende, di cui 3 piemontesi: LMA, APR, AizoON Consulting. Soddisfazione da parte delle grandi aziende partner degli "Adm": Thales Alenia Space, Altec, Avio Aero, Collins Aerospace e Mecaer Aviation. Una presenza importante anche nei panel tecnici che ogni giorno hanno animato l’Oval Lingotto.

In crescita anche gli ospiti stranieri: per la prima volta erano presenti tra gli espositori alla biennale torinese anche i top player Boeing ed Airbus.

Soddisfatti gli organizzatori e i buyer internazionali che hanno visto crescere il numero, la qualità dei partecipanti e le opportunità di business. Grande soddisfazione anche per le istituzioni territoriali –Regione Piemonte, Camera di commercio– che in qualità di organizzazioni ospiti sostengono l’evento fin dal loro debutto. 

Per la prima volta sotto i riflettori a Torino anche un focus sul futuro della mobilità area urbana, che vede sempre di più intrecciarsi il mondo dell’aerospazio con quello dell’automotive e transportation. Spostarsi su macchine volanti nelle metropoli europee o consegnare merci tramite droni potrebbe trasformarsi nel giro dei prossimi anni in realtà. Su questa nuova frontiera della mobilità non sono solo i colossi a investire, ma anche le piccole e medie imprese, che a Torino hanno proposto ai buyer nuovi prototipi di mobilità urbana, alcuni dei quali anche alimentati ad idrogeno o elettrici. E proprio la mobilità green, dall’idrogeno all’elettrico, sarà uno dei temi dei meeting dedicati al futuro dell’automotive e dei trasporti – Vtm | Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings –attesi a Torino il 30 e 31 marzo 2022. Presenti agli A&DM alcune delle aziende sponsor dei prossimi Vtm come Thales Alenia Space, Blue Engineering, Daca-I, FEV, Sabelt.

Il futuro della mobilità, l’esplorazione spaziale, le nuove frontiere dell’aviazione, le innovazioni tecnologiche sempre più green e sostenibili. Il futuro è qui. Appuntamento dunque ai "Vtm 2022" in vista degli "Aerospace & Defense Meetings 2023".

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

red - 1240768

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Simili